Home » News, Primo Piano » Caserta. A capo della Logistica Number One Campania e Abruzzo, l’albanellese Antonio Picilli

Caserta. A capo della Logistica Number One Campania e Abruzzo, l’albanellese Antonio Picilli

Dopo anni di sacrifici girovagando per l’Italia, arrivano i successi per l’albanellese Antonio Picilli, oggi site manager degli Hub di Marcianise (Caserta) e di Oricola (L’ Aquila). La logistica è quella gestita dalla NumberOne, società Specializzata nella fornitura di servizi logistici integrati nel mondo Grocery. Nata nel 1997 con 1 cliente e 15 dipendenti, oggi la Number One è leader grocery con 266 milioni di fatturato, oltre  60 clienti, 355 collaboratori diretti e 3250 indiretti, 65 siti gestiti.
Di seguito l’intervista rilasciata alla rivista aziendale da Antonio Picilli, sposato con Roberta e padre di due splendidi bambini, Pietro ed Alessia (figlio d’arte in quanto anche suo padre Piero, per anni è stato site manager dell’Agip Petroli) che racconta le sfide quotidiane dei suoi due team, due vere e proprie task force.

«Le problematiche da affrontare quotidianamente sono diverse perché le realtà di Marcianise e Oricola hanno produzioni differenti».

Esordisce con queste parole Antonio Picilli, responsabile degli Hub Number1 Logistics Group di Marcianise e Oricola. Il primo, in provincia di Caserta, si espande su un’area di 17.000 metri quadrati e conta 13 addetti più una settantina di persone che appartengono a una cooperativa di servizi; il secondo, invece, è in provincia de L’Aquila e ha dimensioni leggermente maggiori: 26.000 metri quadrati per 10 addetti, a cui vanno aggiunte anche circa 70 persone di una cooperativa di servizi.

Alternarsi tra le due strutture non è dunque un compito facile: «È essenziale essere presenti costantemente in entrambi gli hub, anche se poi naturalmente la gestione del lavoro è condivisa con il Warehouse Service Specialist di Coca Cola che controlla e tiene monitorate le performance dell’operatore logistico. I due stabilimenti hanno specificità diverse che impongono modi di lavorare differenti, ma non possiamo dimenticare l’importanza del fattore umano: ogni team ha la sua cultura, la sua sensibilità e il suo modo di vedere le cose e di affrontare i problemi, com’è naturale che sia. Il rapporto quotidinao con il team è occasione anche di nascita di amicizie e molte volte si diventa anche confidenti. Quindi nel lavoro c’è anche tanta comprensione e solidarità come lo è nella vita quotidiana. Infatti dopo il lavoro amo trascorrere il mio tempo a disposizione con la famiglia e gli amici, curando una delle mie passioni, quella delle moto. Da mio padre ho appreso questo, il rispetto, la dedizione al lavoro ed alla famiglia, senza disdegnare lo svago ed il divertimento; lui era amante del calcio e della politica, io invece delle due ruote».

Picilli è in Number1 dal 2003: «Sono davvero tanti i ricordi legati a questi anni in Number1, del resto è da una vita che faccio parte del gruppo. Impossibile per me non citare il 2012, un anno che resterà sempre nel mio cuore: il 2012 infatti non solo è stato l’anno in cui Number1 si è staccata da Barilla iniziando il percorso che l’ha portata ad essere la grande realtà che è oggi, ma è stato anche l’anno in cui è nato mio figlio. Diciamo che dal 2012 in poi la mia vita è cambiata completamente!»

NON ESISTE LA ROUTINE

Picilli ha le idee chiare quando deve parlare della sua quotidianità: «Questo lavoro o lo ami o lo odi: non esiste la routine, non ci si può mai sedere sugli allori o dare qualcosa per scontato: ogni giorno affrontiamo una nuova sfida, ogni giorno sappiamo che ci saranno nuovi problemi da risolvere, ogni giorno sappiamo di dover essere proattivi verso il cambiamento. Per fare questo lavoro al meglio dobbiamo essere camaleontici, pronti cioè ad adattarci ad ogni imprevisto perché quello che conta è raggiungere gli obiettivi stabiliti».

Confrontarsi ogni giorno con un’azienda come Coca Cola inoltre ha un impatto importante sul lavoro dei due team: «Senza dubbio si tratta di un valore aggiunto dato dall’internazionalità della visione di Coca Cola, un’azienda abituata a variare strategia a seconda dei prodotti e che, di conseguenza, ti obbliga a fare un continuo salto di qualità se vuoi restare al suo livello. Senza tener conto della concorrenza spietata di un settore come il beverage che ti costringe a dare sempre il mille per cento. E qui posso dire con certezza che la flessibilità e il modo di pensare dinamico sono i grandi punti di forza di Number1».

UNA TASK FORCE CHE SORRIDE SEMPRE

«Più che un team qui a Marcianise e a Oricola siamo stati in grado di creare due vere Task Force» continua Picilli, «e di questo sono particolarmente orgoglioso. La nostra è una grande squadra che ha a cuore il raggiungimento degli obiettivi. C’è un clima straordinario all’interno del gruppo: può sembrare una frase fatta (vi assicuro che non lo è!), ma per noi venire a lavorare è sempre un piacere perché siamo tra amici, in famiglia. E non potrebbe essere altrimenti perché molti di noi passano più tempo con i colleghi che con i famigliari.

Si lavora sodo e con serietà ma il tempo per un sorriso non manca mai! Ogni ricorrenza è occasione per stringere e rafforzare legami: il santo patrono, un compleanno, la nascita di un figlio… e allora tra un sorriso e una parola sentiamo di appartenere davvero a una grande famiglia. Ma bastano anche solo due minuti per bere un caffè e scambiare due parole per rendersi conto che il nostro non è soltanto un rapporto professionale ma anche di profonda amicizia».

SCENARI FUTURI

Prima di chiudere, Antonio ci racconta i piani futuri dei due Hub: «Sicuramente Marcianise è un cantiere in evoluzione perché saranno rivisti i display delle linee di produzione e noi, in quanto partner logistico di Coca Cola, siamo coinvolti direttamente nel confronto operativo su questi progetti. Su Oricola invece c’è stata una rivisitazione molto innovativa del magazzino delle materie prime e dell’area picking, rivisitazione che comporterà sicuramente dei cambiamenti interessanti anche per noi».

Dal blog Matinella.it non possiamo che augurare ulteriori successi ad Antonio Picilli!

Your IP Address is:
34.204.169.76

Short URL: http://www.matinella.it/?p=26969




Articolo letto: 1080 volte

Scritto da su Ago 5 2019. Archiviato come News, Primo Piano. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti sono temporaneamente chiusi, ma puoi usare il trackback dal tuo sito




Commenti chiusi

Articoli recenti







TOP VIDEO

Previsioni Meteo

UserOnline

0 Users Browsing This Page.
Users:


Video

Matinella.it è un blog di indicizzazione e catalogazione notizie inerenti il territorio della Piana del Sele, del Cilento ed a tratti di carattere nazionale. Lo scopo di catalogazione è rivolto all'utente per reperire informazioni sulle notizie che si trovano su siti non di proprietà o non controllati dal medesimo. Matinella.it non rivendica diritti di proprietà sulle notizie, che sono detenuti dai siti dei quali si viene riconosciuta la proprietà indicata nella fonte. L'utente visualizzerà il contenuto del sito unicamente per uso personale (vale a dire non commerciale) e non può altresì copiare, riprodurre, alterare, modificare, e vendere o visualizzare pubblicamente qualsiasi contenuto. Inoltre è concesso l'uso dei testi e foto di proprietà di Matinella.it purchè venga, sempre, citata la fonte nel rispetto deontologico della categoria.
© 2019 Matinella.it – Blog. All Rights Reserved. Accedi Questo sito è protetto da GePi-CopyRightPro High Level

- Designed by Gabfire & Gerardo Picilli