Rifiuti, Romano attacca: «De Luca? Fa solo propaganda»

    258
    0

    Soltanto un’uscita da effetto. Questa rappresenta per l’assessore regionale all’ambiente Giovanni Romano, la lettera inviata dal sindaco De Luca al presidente Caldoro. Un’iniziativa a cui il rappresentante della giunta regionale non dà molto conto dato che la gestione del ciclo dei rifiuti continuerà ad essere nelle mani della Provincia.

    «E’ soltanto un’altra delle trovate propagandistiche dal sapore politico. Il sindaco di Salerno sa benissimo che la Provincia è nelle condizioni di realizzare l’impianto in quanto è proprietaria di fatto dei suoli». Di contro, l’assessore «prende atto con favore» della disponibilità del sindaco, dato che «stiamo negoziando da quattro mesi». Adesso, evidentemente, De Luca «si è convinto che deve essere collaborativo».

    Detto questo, non è nemmeno da prendere in considerazione l’ipotesi lanciata dal sindaco che «è una trovata ad effetto» del tutto simile «all’inaugurazione dell’impianto di compostaggio che non si sa quanto funzionerà visto che non ci sono i collaudi, le autorizzazioni e non è stato ancora completato; infatti, l’azienda ha scritto alla Regione per farsi pagare gli stati di avanzamento». E, in ogni caso, anche questo impianto sarà gestito dalla Provincia. «Il presidente Cirielli mi ha confermato di essere pronto a prendere in gestione l’impianto, come prevede la legge nazionale».

    Una situazione davvero delicata che si inserisce in quadro regionale ancora più drammatico, anche se Romano non la vede poi così nera. «Prendo atto che De Luca ha assunto la competenza di tecnico esperto di termovalorizzatore – ironizza – ma debbo dire che l’impianto di Acerra funziona perfettamente. Quello che lui ed altri non capiscono è che il termovalorizzatore di Acerra non può essere sufficiente a smaltire l’intera produzione regionale; infatti, abbiamo bisogno di due altri impianti, uno a Napoli est e uno per l’appunto a Salerno. Al momento, non abbiamo nessuna emergenza di tipo strutturale, c’è solo un problema legato alla città di Napoli, ma le discariche e gli impianti sono in grado di lavorare fino all’anno prossimo».

    Quindi, nessuna emergenza rifiuti in vista per Salerno. Tuttavia, l’assessore Romano invita tutti «a fare la propria parte» e questo significa anche che «i Comuni devono pagare i loro debiti, a cominciare da quello di Salerno».
    Per quanto riguarda la Provincia, sta facendo la sua parte; infatti, entro il 30 settembre, come richiede la legge sarà pronto il piano industriale di Ecoambiente e il piano che riguarda l’impiantistica. In questo modo, dopo che anche le altre Province avranno preparato questi documenti, «la Regione sarà in grado di approntare il piano regionale dei rifiuti solidi urbani, dopo aver già approvato nei giorni scorsi quello per i rifiuti speciali. Come vede, ognuno fa quello che deve fare in silenzio e senza ribalta. Agli altri lasciamo le sirene e le tribune dalle quali parlare».
    Il messaggio a De Luca è arrivato forte e chiaro.

    fonte:cronachesalerno


    Articoli PrecedentiCuore più sano per chi mangia cioccolato
    Articolo SuccessivoAlbanella. Convocazione Consiglio Comunale

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here