Rifiuti. Albanella, stop a piatti e bicchieri di plastica nel secco: ora vanno differenziati

    54
    0
    Stop a piatti e bicchieri di plastica nel secco

    E’ stato recepito dal Comune di Albanella e dal Consorzio Bacino SA 2 l’accordo nazionale siglato il 21 marzo scorso a Firenze dall’ANCI, l’associazione di rappresentanza dei comuni italiani, e il CONAI, il Consorzio nazionale degli imballaggi: dalla prossima settimana piatti e bicchieri di plastica non potranno essere più conferiti con il secco indifferenziato (il lunedì), ma solo con la plastica (il giovedì).

    Come vi avevamo annunciato qualche settimana fa in un nostro articolo, infatti, dal 1° maggio piatti e bicchieri di plastica sono considerati imballaggi recuperabili e, quindi, rifiuti riciclabili. L’accordo firmato a Firenze di fatto “sottrae” alle discariche circa 140 mila tonnellate di plastica all’anno, praticamente una vera e propria montagna di rifiuti, che invece ora sarà destinata al riciclaggio e alla produzione di combustibile.

    i

    LEGGI QUI L’ARTICOLO SULLE NUOVE REGOLE

    i

    «Abbiamo concertato con il Consorzio Bacino SA 2, con cui siamo convenzionati per la raccolta e il conferimento dei Rifiuti Solidi Urbani di Albanella, le nuove modalità di conferimento per piatti e bicchieri di plastica che, dal 1° maggio, sono passati ad essere qualificati finalmente come imballaggi riciclabili» – ha precisato l’Assessore all’Ambiente Giancarmine Verlotta – «Abbiamo deciso di “tollerare” al massimo per una settimana eventuali errori dei cittadini nel conferimento di piatti e bicchieri di plastica come secco indifferenziato. Ma dopo questa settimana di rodaggio, che servirà anche a noi per diffondere tra tutta la popolazione la nuova tipologia di conferimento, piatti e bicchieri andranno assolutamente conferiti il giovedì, con il sacchetto della plastica».

    Non sono riciclabili stoviglie di plastica rigida riutilizzabili e le posate di plastica usa e getta

    Gli operatori a giugno, infatti, saranno tenuti a non ritirare i sacchetti dalla biopattumiera il lunedì (giorno del secco indifferenziato) se contenenti eventuali piatti e bicchieri di plastica: «In questi giorni, come detto, invieremo a tutti gli utenti degli avvisi. Non c’è nulla di complicato e sconvolgente nelle nostre abitudini: basterà inserire piatti e bicchieri non più nel secco indifferenziato del lunedì, ma nel sacchetto della plastica e conferirlo il giovedì nella biopattumiera!» ha concluso l’assessore all’Ambiente.

    Di fatto le nuove disposizioni a livello nazionale sono in vigore dal 1° maggio scorso e dunque i cittadini diligenti potranno fin da subito conferire piatti e bicchieri “usa e getta” nel sacchetto della plastica, contribuendo così ad aumentare le percentuali di raccolta differenziata e ridurre il quantitativo di rifiuti conferiti in discarica, il cui costo ha raggiunto livelli davvero esorbitanti oramai.

    Ricordiamo le due regole fondamentali per il corretto conferimento di piatti e bicchieri:

    1) andranno conferiti SOLO PIATTI E BICCHIERI DI PLASTICA MONOUSO, quelli “usa e getta”non invece le posate (forchette, coltelli, cucchiai, cucchiaini, bastoncini per mescolare le bevande) che continueranno ad essere conferite con il secco indifferenziato, e le stoviglie di plastica rigida (anche queste nel secco);

    2) per evitare di “inquinare” il resto della raccolta differenziata, i piatti e i bicchieri non dovranno essere sporchi di cibo e quindi DOVRANNO ESSERE SVUOTATI E PULITI DAI RESIDUI DI ALIMENTI prima di essere gettati nella pattumiera della plastica: non è necessario lavarli, basterà solo ripulirli (anche con un fazzoletto) dei residui di cibo e di bevande.

    i

    i

    ©  Riproduzione Riservata

    i

    Articoli PrecedentiAlbanella. Ecco le indennità di Sindaco e assessori. Confermati gli importi 2011
    Articolo SuccessivoMatinella. Ladri di rame dissacrano la via Crucis del Santuario di San Pio

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here