Consegnati gli ecopannolini a 24 mamme albanellesi: “siamo tra i primi nel meridione a farlo”. Video

    50
    0
    Ecopannolini: una novità per tantissime famiglie

    Si è svolta l’altro giorno a Palazzo Spinelli ad Albanella l’attesa consegna degli ecopannolini e del relativo kit alle famiglie con bambini piccoli. Tanto attesa soprattutto per la curiosità di molti di verificare da vicino il funzionamento di questi “speciali” pannolini destinati a non finire più in discarica come i loro costosi “cuginetti” usa e getta.

    A presenziare alla consegna l’Assessore all’Ambiente del Comune di Albanella Giancarmine Verlotta, promotore del progetto, e il vice sindaco Vito Capozzoli.

    L’iniziativa degli eco pannolini rientra nel progetto “Albanella Riduce i Rifiuti” approvato nel maggio del 2010 e finalizzato alla promozione di attività per la riduzione dei rifiuti da destinare in discarica.

    Il 28 giugno, in una sala gremita di mamme, alcuni papà e molti bambini, sono stati consegnati i primi 24 kit alle famiglie che ne hanno fatto richiesta dopo l’avviso pubblico dell’aprile scorso. Si tratta di pannolini, prodotti da un’azienda austriaca, in cotone ecologico, lavabili, costituiti da un velo raccogli feci, una mutandina impermeabile e appunto il pannolino assorbente lavabile. Una iniziativa che «conta di far risparmiare un sacco di soldi alle famiglie che spendono centinaia di euro per i pannolini e che farà risparmiare anche le casse del comune riducendo ancora di più il quantitativo di rifiuti smaltiti in discarica», ha esordito l’assessore Verlotta.

    Il momento della consegna degli eco kit

    «Il progetto degli ecopannolini rientra nel complessivo piano di questa amministrazione di diminuzione dei rifiuti, iniziato con l’apertura dell’Isola Ecologica – ha precisato invece il vice sindaco Capozzoli che ha poi chiarito le mire dell’iniziativa: «con questo progetto contiamo nel futuro di dire addio definitivamente ai pannolini usa e getta, buttati oggi con tutto il loro contenuto in discarica. Siamo il primo comune in provincia di Salerno ad avviare questa iniziativa sperimentale e tra i primi nel meridione, tanto che il progetto ha suscitato forti interessi nelle comunità istituzionali. Ci ha contattato a tal proposito l’Associazione dei Pediatri, interessata a monitorare l’uso di questi nuovi pannolini ecologici da parte delle famiglie per verificarne i risultati, soprattutto in relazione al debellamento di alcune patologie importanti che affliggono i bambini che solitamente fanno uso dei tradizionali pannolini usa e getta». Riduzione del rischio di surriscaldamento delle zone intime dei neonati e diminuzione dei problemi posturali del neonato: sono questi i benefici annunciati dall’uso di questo pannolino ecologico in cotone traspirante.

    Un aiuto per la salute dei neonati, un aiuto per il portafogli di mamma e papà e un concreto aiuto anche per l’ambiente, come ha tenuto a specificare Verlotta: «si calcola che ogni bambino consumi circa 4000 pannolini usa e getta, qualcosa come 1 tonnellata di rifiuti non riciclabili. Tutelare l’ambiente vuol dire tutelare proprio il futuro dei nostri bambini» ha concluso l’assessore.

    Contente le mamme, ora alle prese con questi nuovi pannolini che rischiano di sconvolgere positivamente le abitudini delle famiglie: «Eh! Speriamo solo che questa novità convinca anche i nostri mariti a cambiare qualche pannolino» è stata la battuta di una giovane mamma che ha suscitato l’ilarità dell’intera sala.

    Alcuni video della consegna:

    Video illustrativo sul contenuto e uso degli ecopannolini:

    ©   Riproduzione Riservata


    Articoli PrecedentiCapaccio. Si è svegliato Pierluigi, il bagnino eroe
    Articolo SuccessivoTeatro. Ad Agnone sabato 7 luglio in scena la compagnia Artisti x Caso di Albanella

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here