Elezioni Albanella. Anche l’Ass.re Vernieri rassegna le dimissioni

    41
    0

    L'Ex Ass.re Mariano Vernieri

    Dopo il vicesindaco Vito Capozzoli e l’assessore Carmelo Suozzo, ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica di Assessore con deleghe ai servizi manutentivi, alla viabilità rurale, all’accertamento ed utilizzo dei residui dei mutui, alla promozione sportiva, ai grandi eventi sportivi e tempo libero Mariano Vernieri.

    Il perchè della scelta lo si apprende leggendo la missiva protocollata venerdì presso la segreteria all’interno dela casa comunale di via Roma ed indirizzata al primo cittadino «È con sincero rammarico – ha dichiarato Mariano Vernieri ma con altrettanto profondo convincimento, che ho assunto la decisione di rassegnare le mie dimissioni,  al fine di non venire meno ai principi di coerenza e di lealtà istituzionale che da sempre hanno contraddistinto il mio impegno amministrativo e politico – continua Vernieri – A questi valori ho improntato la mia azione pubblica  e ad essi mi sono sempre attenuto, nella ferma convinzione che agli stessi dovesse corrispondere analoga reciprocità di comportamento. Le recenti vicende, legate alla elaborazione di un nuovo progetto amministrativo per le imminenti Elezioni Comunali, mi hanno purtroppo dimostrato in quale infima considerazione gli stessi fossero tenuti.

    Nonostante l’impegno personale, nonostante la fedeltà e la lealtà oggettivamente e lungamente dimostrate a questa Amministrazione, ho dovuto purtroppo constatare il venire meno di quello spirito di coesione e di condivisione al quale pure abbiamo sempre fatto riferimento durante l’intero arco della comune esperienza amministrativa. Lungi dal valutare in chiave personale quanto sin qui accaduto, non posso tuttavia esimermi dall’obbligo di alcune considerazioni politiche che lascio alla tua personale riflessione affinché tu possa oggettivamente valutare la mia posizione e l’inevitabilità delle decisioni conseguenti.

    Lo stanco ed estenuante trascinarsi, per lungo tempo, di una sterile contrapposizione personalistica ha leso in modo esiziale l’immagine della nostra compagine al punto da divenire sempre più vitale la necessità  di un forte richiamo alla coesione di gruppo e alla condivisione delle decisioni. A questa esigenza, pure evidente, non hai saputo rispondere con la prontezza e l’energia che  ti riconosco, inducendomi a ritenere ormai assunta una decisione alla quale il sottoscritto non aveva in alcun modo contribuito.

    L’evidente mancanza di un confronto franco e leale e l’assoluta assenza di una reciproca comprensione delle diverse, se pur legittime, posizioni hanno inevitabilmente condotto alla elaborazione di un nuovo progetto amministrativo nel quale stento a riconoscermi e nel quale non ritrovo lo spirito di coesione che da sempre aveva improntato il nostro comune impegno. È del tutto evidente, in ragione di quanto sin qui esposto, che la mia permanenza nella giunta comunale potrebbe essere causa di forti disagi con inevitabili ripercussioni sullo stesso funzionamento dell’organo amministrativo e sull’efficacia della sua azione per il bene comune della cittadinanza.

    Ritengo pertanto – conclude Vernieri –  in nome dei principi di correttezza e lealtà istituzionale sopra richiamati, di non poter continuare a far parte di una compagine amministrativa sempre più impegnata in un progetto futuro che non mi sento di condividere e di doverti ribadire le mie dimissioni».


    Articoli PrecedentiCampionati nazionali Ginnastica Ritmica, atlete albanellesi conquistano il titolo nazionale
    Articolo SuccessivoFoligno. Scomparso il cittadino onorario di Albanella ing Valter Baldaccini

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here