Capaccio Pestum. Il Comune rivuole il complesso turistico il “Nettuno”

    23
    0

    E’ stato deliberato formale incarico legale a due noti professionist, l’avvocatessa  Maria Athena Lorizio di Roma e Maria Annunziata di Salerno per appurate la possibilità di rientrare in possesso della nota dimora turistica “Nettuno” sita all’interno dell’area archeologica di Paestum e gestita da anni dalla famiglia della moglie del sindaco in carica Italo Voza.

    Come si legge nel deliberato (n.249 del 21.07.2016) l’atto è stato redatto al fine di garantire trasparenza  e di tutelare l’interesse pubblico. Tutto questo è scaturito da un indagine della GdF di Agropoli e della Corte dei Conti che ha contestato un danno erariale di oltre 700mila euro.

    Alla convocazione di giunta non ha partecipato il sindaco Voza per evidente conflitto di interessi.

    Articoli PrecedentiCastelcivita. Oggi in programma la Fiera della Sostenibilità promossa dal Comune e FRG
    Articolo SuccessivoFelitto. Carabinieri scoprono piantagione di mariujana, in manette 50enne