Unificazione E-Mens e DM-10: al via il nuovo sistema UniEmens

    86
    0

    Microsoft PowerPoint - Diapositiva corso UniemensCari lettori, oggi ci occupiamo di un tema abbastanza tecnico riservato, perlopiù, agli addetti ai lavori. Mi riferisco a chi la materia in questione, oltre che studiarla, deve necessariamente anche saperla mettere in pratica. Infatti oggi parliamo dell’unificazione E-Mens (trasmissione dei dati retributivi) e DM10 (trasmissione dati contributivi) che sarà obbligatoria a partire dal mese di Gennaio 2010 (prima scadenza a regime 28/02/2010).

    L’Inps, con il messaggio n.11903/2009  e con la creazione nel proprio sito Internet di una apposita sezione denominata “UniEmens“, ha delineato (fornendo anche le necessarie istruzioni tecniche) le fasi che porteranno (obbligatoriamente) le aziende (e i loro consulenti) a trasmettere telematicamente all’Istituto, in modo unificato e dettagliato, per singolo lavoratore, i dati contributivi e i dati retributivi (procedura denominata UniEmens)

    LA PRIMA FASE  La prima fase avrà inizio con la denuncia di competenza del mese di Maggio 2009 (scadenza per la trasmissione 30 Giugno) e comporta (con decorrenza immediata) semplicemente l’unificazione degli attuali flussi E-Mens e DM10 in un unico flusso, denominato “UniEmens aggregato”. Si tratta di trasmettere mensilmente gli attuali dati (retributivi di dettaglio con riferimento al singolo lavoratore per      l’E-Mens e contributivi complessivi a livello aziendale per il mod. DM10), mediante la citata procedura “UniEmens aggregato”, il cui manuale operativo, con le istruzioni per l’utilizzo del software di controllo, è già presente nel sito Internet dell’Inps. Tale fase non comporta quindi alcun cambiamento delle procedure aziendali, in quanto sarà lo stesso software che trasformerà e aggregherà i flussi originali E-Mens e DM10. Peraltro, in questa prima fase, rimangono attive, qualora vi siano particolari esigenze organizzative aziendali, sia la possibilità di trasmettere i dati con la nuova procedura “UniEmens aggregato” sia di continuare a trasmettere detti flussi con le consuete funzioni E-Mens e DM10.

    LA SECONDA FASE  La seconda fase avrà inizio con la denuncia di competenza avrà inizio con la denuncia di competenza del mese di Luglio 2009 e comporterà il passaggio “dall’UniEmens aggregato” “all’UniEmens individuale”, e determinerà l’avvio dell’unificazione dei dati di dettaglio (in un primo momento sperimentale e quindi non obbligatorio, in quanto il periodo Luglio-Dicembre 2009 dovrà servire per mettere a punto le procedure necessarie a transitare dal vecchio al nuovo sistema), vale a dire che oltre ai dati analitici retributivi si dovranno fornire anche i dati contributivi e assistenziali per ciascun lavoratore (si dovranno quindi fornire, per singolo lavoratore, anche i dati contributivi e quelli relativi alle somme conguagliate, per esempio : Anf, malattia, maternità, congedi parentali, cassa integrazione, ecc.). In ogni caso, detta procedura di dettaglio sarà obbligatoria a partire dal mese di Gennaio 2010 (prima scadenza a regime, 28/02/2010).  

    I TERMINI DI PRESENTAZIONE ED I VINCOLI DI COMPILAZIONE  Il documento tecnico predisposto dall’Istituto conferma che la trasmissione della nuova denuncia unificata deve avvenire entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di competenza (se tale ultimo giorno cade in festivo, il termine si differisce al primo giorno lavorativo successivo). E’ prevista la possibilità di effettuare, per i dipendenti ed i collaboratori, il frazionamento dei flussi da trasmettere (fermo restando che l’elemento fondamentale è la denuncia individuale). Le istruzioni tecniche impongono i seguenti vincoli : 1) nelle ipotesi di invii frazionati, i dati espressi a livello aziendale (sezione denuncia azienda) devono in ogni caso essere comunicati una sola volta nel mese; 2) le modifiche ai dati già presentati dovranno essere effettuate con le stesse modalità che erano state stabilite per il preesistente flusso E-Mens; 3) gli importi contributivi con decimali devono essere esposti in unità di euro senza punti di separazione delle migliaia, senza zeri non significativi alla sinistra seguiti dalla virgola per la separazione dei decimali.

    I VANTAGGI DELLA NUOVA PROCEDURA  Secondo l’Inps, la nuova procedura unificata consentirà : 1) l’eliminazione della duplicazione dei dati attualmente presenti nei due diversi flussi DM10 e E-Mens; 2) l’utilizzo, per la creazione del nuovo flusso, degli elementi contributivi/retributivi individuali già presenti nel Libro Unico del Lavoro (busta paga); 3) l’eliminazione della necessità di effettuare verifiche di congruità tra dati retributivi e dati contributivi; 4) la riduzione/semplificazione delle procedure aziendali (e dei consulenti) di trasmissione dei dati; 5) l’aumento delle informazioni che vengono messe a disposizione dell’Inps (quasi in tempo reale) utili allo svolgimento delle proprie attività istituzionali.

     

    Fonte : Il Sole 24 Ore – Guida al Lavoro N°23 del 5 Giugno 2009

    Selezionato per voi da : Giuseppe Pipolo, Consulente del Lavoro


    Articoli PrecedentiOperatori di sportello alla BNL
    Articolo SuccessivoSpeciale Lavoro

    Invia una risposta