Arriva la pillola che fotografa l'intestino

    62
    0

    capsulaMaggiore precisione nella diagnosi delle patologie dell’intestino garantita da una copertura della visualizzazione della mucosa intestinale di quasi 360 gradi; migliore sensibilità nella diagnosi dei polipi del colon, che apre la strada a un utilizzo della ‘pillcam’, tecnologia di produzione israeliana assolutamente non invasiva, che si ingerisce con un bicchiere d’acqua, a programmi allargati di screening del cancro del colon-retto.
    È quanto è in grado di offrire la videocapsula di seconda generazione (si chiama CC2) per la colonscopia: una videocapsula ‘intelligente’ in grado di ‘capire’ quando accelerare e quando rallentare l’acquisizione delle immagini nel viaggio attraverso l’intestino per esplorare se è sano o malato. La seconda versione della videocapsula rappresenta un ulteriore passo avanti nella diagnostica non invasiva del colon ed è un concentrato di tecnologia evolutissima. Le dimensioni sono pressochè identiche (è lunga 31,5 mm e ha un diametro di 11,6 mm,). Come la precedente, è dotata di due telecamere, con due fonti luminose, poste a entrambi gli estremi. L’angolo di visualizzazione è decisamente maggiore: si è passati da 156 gradi della versione precedente a 172 della versione attuale. Ciò permette una ‘copertura’ della visualizzazione della mucosa di quasi 360°.
    “Per migliorare ulteriormente la visualizzazione della mucosa, ottimizzare la lunghezza della registrazione e risparmiare le batterie, la nuova videocapsula è in grado di cambiare ‘in corsa’ il numero di immagini da acquisire – spiega il professor Guido Costamagna, direttore dell’Unità operativa di Endoscopia digestiva chirurgica del Gemelli e presidente della Società Europea di endoscopia digestiva -. La video capsula intelligente, infatti, è in grado di ‘capire’ se è in movimento o se è ferma”. Quando è ferma nel colon, acquisisce ‘solo’ 4 immagini al secondo, quando è in movimento riesce ad acquisire ben 35 immagini al secondo. Questo permette una migliore visualizzazione del colon e conseguentemente una maggiore accuratezza della diagnosi di patologie del colon.


    Articoli PrecedentiMatinella. Cucciolo di cane investito, parte la macchina solidale
    Articolo SuccessivoBye Bye mouse e telecomando!

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here