Uova salva-cuore!

    32
    0

    uovaFondente e di dimensioni ridotte: queste le caratteristiche delle uova di Pasqua che fanno bene al cuore. Lo sostiene in uno studio pubblicato sulla rivista European Heart Journal un team di ricercatori tedeschi del German Insitute of Human Nutrition di Nuthetal, secondo i quali un quadratino di cioccolato al giorno allontana il pericolo di disturbi cardiovascolari.
    I test sono stati condotti su un ampio campione di individui tra i 35 e i 65 anni (circa 20.000 persone), il cui quadro clinico è stato monitorato per almeno dieci anni: gli amanti del nero fondente  che ne consumavano una media di 7,5 grammi al giorno presentavano il 39% di rischio in meno di insorgenza di ictus o infarto rispetto a chi ne mangiava solo una media di 1,7 grammi al giorno. A fare la differenza sono quindi appena 6 grammi, l`equivalente proprio di un quadratino di una tavoletta da 100 grammi.
    In termini assoluti, spiegano gli studiosi, se chi consuma poco cioccolato aumentasse anche di poco la sua dote quotidiana di cacao, su 10.000 individui i soggetti a rischio di insorgenza di ictus e infarto passerebbero da 219 a 134. 
    Tutto merito dei flavonoidi: “Queste sostanze sembrano aumentare la biodisponibilità di ossido nitrico nelle cellule che `foderano` la parete interna dei vasi sanguigni – afferma Brian Buijsse, epidemiologo nutrizionale che ha coordinato la ricerca –. L`ossido nitirico è un gas che, una volta rilasciato, contribuisce al rilassamento delle celle dei muscoli, al conseguente allargamento di artertie e vene, e quindi all`abbassamento della pressione sanguigna. L`ossido nitrico, inoltre, potenzia il funzionamento delle piastrine e rende pertanto il sangue meno vischioso”.  Un quadratino di cioccolato, quindi, preferibilmente al posto di snack ipercalorici e ad alto contenuto di grassi: “Piccole quantità di cacao – concludono i ricercatori – possono senza rimorsi entrare a far parte di un regime dietetico e salva-cuore”.


    Articoli PrecedentiSpeciale Master!
    Articolo SuccessivoGF10, il braccio di Massimo fa «crack» in diretta!

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here