Giungano, Palumbo azzera la Giunta

    44
    0

    Franco Palumbo - Sindaco di GiunganoIl sindaco di Giungano, Francesco Palumbo (nella foto), ha azzerato ieri l’intera Giunta comunale destituendo tutti gli assessori in carica dai rispettivi incarichi. Il drastico provvedimento è stato adottato a causa di forti contrasti interni, come spiega lo stesso primo cittadino giunganese: “Si era creato tra gli assessori un clima teso, caratterizzato da frequenti dissidi, più a carattere personale che politico. Una situazione che si perpetrava da diverso tempo: ho sperato che certe divergenze si sarebbero appianate, ma poi le polemiche sono diventate quotidiane e quindi insostenibili. Così, ho deciso di resettare tutto al fine di ripristinare un dialogo sereno nonché la necessaria tranquillità. I membri del nuovo gruppo consiliare costituitosi all’interno della maggioranza, denominato ‘Giungano Democratica’, mi ha proposto di comporre la nuova giunta allargando l’intesa anche alla minoranza. È un’ipotesi da valutare anche se mi lascia personalmente perplesso, così mi sono riservato di verificare prima l’opinione della popolazione, la quale credo non veda mai di buon’occhio un misto-fritto.

    Sono più propenso, invece, ad individuare nuovi assessori all’interno della stessa maggioranza, magari coinvolgendo i primi tra i non eletti delle varie liste. Da ambo le parti mi è stato manifestato grande appoggio, ma se non ci saranno le condizioni, chiederò al Consiglio di sfiduciarmi e riportare la gente alle urne, così potrò ricandidarmi perché è mio desiderio continuare a dare il mio contributo alla crescita ed allo sviluppo di Giungano. Ciò non toglie che sono molto contrariato, certe beghe non dovrebbero esserci tra i componenti di una stessa squadra amministrativa”. Palumbo si era candidato alle scorse Provinciali con la lista “Noi Sud” nell’ambito del centrodestra, dopo essere stato riconfermato per la seconda volta alla guida del comune di Giungano sotto il simbolo civico “Uniti per Giungano”, nell’alveo invece del centrosinistra.

    La crisi politica nel comune cilentano si è acuita con le critiche verso il modus operandi dell’ultimo anno di amministrazione espresse dal nuovo gruppo ‘Giungano Democratica’, costituito da Franco Russomando (ex vicesindaco poi formalmente dimessosi), Virginia Avallone (ex capogruppo di maggioranza), Sergio D’Angelo (ex assessore ai LL.PP.), Serena Vaina (presidente della Commissione Pari Opportunità) e Rinaldo Colangelo (delegato al Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano).

    fonte e foto:stiletv


    Articoli PrecedentiPiano “Strade sicure”, previste navette per i giovani che superano il tasso di alcol consentito
    Articolo SuccessivoMatinella. AssComm e Comitato Festa Sant’Anna aiutano l’economia locale

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here