Tragedia annunciata, sbandano e finiscono nel canale consortile

    262
    8

    © Redazione

    Incidente SorvellaUna tragedia annunciata, una morte che si poteva evitare. Muoiono in un incidente stradale madre e figlia, finite nel canale consortile.

    Erano le 11.30 circa quando, lungo la strada provinciale che collega i comuni di Albanella e quello di Capaccio, l’autovettura su cui viaggiavano (direzione Matinella), una 500 verde, ha sbandato (probabilmente anche per le precarie condizioni dell’asfatto)  e la conducente non è riuscita a controllarla urtando contro le misere barriere protettive e finendo, ribaltandosi, nelle acque torbide del canale.

    Tempestivi ma inutili i soccorsi. La vettura è stata subito notata degli agricoltori limitrofi i quali sono subito intervenuti con i propri mezzi (trattore sollevatore) per estrarre l’auto dal canale. Hanno estratto i corpi dell’abitacolo e fatto un tentativo di rianimazione ad entrambe, purtroppo non c’è stato nulla da fare. Intanto sopraggiungevano i vigili del fuoco, carabinieri, polizia mucipale e due elioambulanze, ma inermi hanno soltatnto potuto verificare il tragico risultato dell’accaduto.

    Incidente SorvellaLe vittime erano originarie di Altavilla Silentina e residenti, da poco, nel comune di Capaccio; la conducente era la signora Vitolo Gerardina di anni 44 ed al suo fianco, la figlia, Vuto Angelica di anni 16.  Giunti sul posto, i carabinieri del 112 le procedure di routine sono state condotte dal comandante della stazione di Matinella, Maurizio Balestrieri il quale ha da subito allertato il giudice ed il medico legale, poi, giunto sul luogo della tragedia per verbalizzarne il decesso.

    Sui volti di quanti radunatisi sul posto era evidente lo sgomento e la rabbia di quanto accaduto. «E’ l’ennesi mo incidente che succede, quanti devono morire ancora per prendere provvedimenti ? – hanno urlato – è la quarta auto che finisce lì dentro in appena 3 mesi! ».

    Come scritto in articoli precedenti su questo portale, non è il primo incidente che accade in quel tratto; qualche settimana fà, un’altra auto, allo stesso punto, è finita nel canale e solo miracolosamente non si è ribaltata permettendo ai passeggeri di poter uscire illesi dall’abitacolo.

    Sul posto sono sopraggiunti alcuni consiglieri del Consorzio di Bonifica di Paestum e verificare le ormai assenti barriere protettive (soltato 70 i cm per proteggere le auto dal canale profondo circa 3mt ). «Prenderemo seri provvedimenti, non si può giocare con la vita delle persone!» – ha detto il consigliere e assessore del Comune di Capaccio Roberto Ciuccio.

    Incidente Sorvella

    La redazione si unisce al dolore che ha colpito le famiglie delle vittime dell’accaduto.


    Articoli PrecedentiEstetica Equilibrium – Babor Institute
    Articolo SuccessivoBar Grazia – Caffetteria

    Invia una risposta