Matinella. Furto di animali domestici

    46
    2

    ©Redazione

    Matinella. La scorsa notte ancora un furto di bestiame. Questa volta ed essere furtivamente portati via non sono state bufale o mucche ma asini e cavalli.

    Tutto è accaduto nella notte tra lunedì e martedì, la vittima del furto è T.V. di Matinella, noto imprenditore agricolo con la passione degli asini.

    8 Asini, 1 pony e 2 cavalli questo il bottino. All’indomani del furto, l’imprenditore accortosi dell’accaduto non ha potuto fare altro che denunciare  l’ammanco alla locale caserma dei carabinieri. Il valore degli animali portati via, secondo esperti si aggira intorno ai 15mila euro.

    L’Asino (Equus asinus domesticus) veniva impiegato dall’uomo per il tiro, per la sella e soprattutto per il basto. Animale molto rustico, presenta un carattere docile, paziente e riservato, ed è capace di provare affetto per coloro che lo trattano in modo conveniente, sapendo riconoscere il padrone anche da molto lontano. Un tempo molto diffuso in Italia, è andato via via scomparendo a causa della crescente meccanizzazione dei lavori in campagna.

    Negli ultimi anni è oggetto di crescente interesse, a causa dell’onoterapia (pratica che utilizza l’asino come strumento terapeutico per rimettere in moto i sentimenti e il piacere della comunicazione emotiva) e della riscoperta del latte di asina, prezioso alimento dalle caratteristiche organolettiche molto vicine al latte materno e quindi molto indicato per i bambini con allergie alimentari.

    L’imprenditore è conosciuto in paese sia per la sua passione, e sia perchè, da qualche anno forniva gli asini alle contrade per la fomosa corsa, al Palio delle contrade albanellesi.

    La notizia diffusasi a macchia d’olio in paese ha lasciato tutti sorpresi ed è stata corsa al lotto per rincorrere la fortuna; 13 (asini)  70 (furto)  24(cavalli).


    Articoli PrecedentiIl miele contro i batteri resistenti agli antibiotici
    Articolo SuccessivoSomewhere

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here