Con il carciofo la vita ti sorride

    50
    0

    Cibo raffinato e pieno di virtù. Consigliato per una dieta sana che protegge il fegato dagli attacchi dei cibi poco salubri, agisce sul benessere di tutto l’organismo, bellezza compresa


    Il carciofo è buono. Buono con il palato e buono con il corpo. E questa sua bontà d’animo è resa possibile dalle sostanze in esso contenute. In primis, la cinarina, un polifenolo antiossidante derivato dell’acido caffeico che stimola la produzione della bile. La bile, nell’intestino favorisce la digestione dei grassi.

    Ma, come accennato, la parte del leone il carciofo la fa con il fegato. Se questo non funziona correttamente ne risente tutto l’organismo. E così, via libera a gonfiori, flatulenza, cattiva digestione, bruciori di stomaco e tutta una serie di problemi legati all’alimentazione come il sovrappeso e l’obesità.

    A promuovere la salute del fegato ci penserebbe l’inulina, spiegano gli esperti di Nutricion.pro, che possiede proprietà rigeneranti e curative del fegato. Un fegato sano riesce a contrastare i livelli squilibrati di colesterolo e promuove una decongestione dello stesso.
    Allo stesso modo, una adeguata produzione di acidi biliari influisce sulla digestione e l’assorbimento delle sostanze nutritive.

    Ma il carciofo è anche un ottimo diuretico, utile nei casi di ritenzione idrica, cellulite e anche quando sia necessaria una diuresi corretta. Se si conta poi che è anche un buona fonte di minerali quali calcio, magnesio e potassio il gioco è fatto. E non dimentichiamoci della fibra, utile a buon funzionamento dell’intestino.

    Sembrava fosse finita, invece gli esperti rincarano la dose ricorndandoci che il carciofo contiene anche la vitamina B, la niacina che può trasformare i carboidrati in energia, migliorare la circolazione sanguigna e, dulcis in fundo, proteggere il sistema nervoso e stabilizzare i livelli di glucosio nel sangue.

    Ci siamo dimenticati qualcosa? Ehm, sì, a quanto pare non abbiamo detto che il carciofo contiene anche altre vitamine come la C e la E, noti antiossidanti. E poi la vitamina A e la B1 e B2. Che dire poi dell’acido folico e altri minerali come il sodio, il manganese, il rame, lo zinco, il ferro, il selenio? Be’, anche questi ci sono e, a questo punto, non ci resta che augurare “buon appetito” e “alla salute!” con il carciofo.

    fonte:lastampa.it (lm&sdp)


    Articoli PrecedentiElezione Miss Sud Italia presenta la Mendez all’Ariston
    Articolo SuccessivoInvesti’ gatto e non lo soccorse, e’ reato

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here