Operazione antidroga nella piana del sele, arrestate 19 persone.

    62
    0

    Era a Bivio Santa Cecilia nel comune di Eboli la base operativa destinata al deposito di droga del traffico internazionale scoperto dai Carabinieri del Reparto operativo speciale. Qui si trovava infatti l’abitazione di G. G., considerato il capo dell’organizzazione composta da altre 18 persone e articolata sull’intero territorio nazionale, con ramificazioni anche in Germania ed Olanda. In particolare in queste due nazioni veniva reperita la droga, come scoperto dai Carabinieri in un’operazione del luglio del 2003 quando due corrieri furono fermati con 6 chili di cocaina occultati nei locali di una rivendita di Scafati.

    Le indagini avviate già un anno prima hanno messo in luce una serie di traffici per approvvigionare il mercato della droga nel Salernitano, nel reggino e nel catanese. Il capo dell’oragnizzaione G. G., 50enne di Castellamare di Stabia aveva scelto come base operativa e deposito di droga una abitazione di località Bivio di Santa Cecilia di Eboli. Da qui lo stupefacente veniva smistato nel reggino e nel catanese. Le diciannove persone tratte in arresto questa mattina dai carabinieri del Ros e dai colleghi del comando provinciale di Salerno, su ordine della locale Procura della Repubblica, diretta dal Procuratore Franco Roberti, dovranno rispondere di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e di altri reati connessi.

    Nel corso dell’operazione che ha visto l’impiego di oltre un centinaio di Carabinieri, con l’ausilio di unità cinofile, sono state effettuate diverse perquisizioni, tre delle quali ad altrettanti indagati per lo stesso reato, ma in stato di libertà. I provvedimenti eseguiti stamani scaturiscono da un’attività investigativa avviata alla fine del 2002 e conclusasi nel maggio del 2004. Proprio in questo periodo la cronaca fece registrare una serie di sequestri di notevoli quantitativi di cocaina che veniva prelevata in alcune località della Germania e dell’Olanda e poi trasferita attraverso corrieri nelle località del salernitano, del reggino e del catanese.

    Dell’organizzazione facevano parte anche due donne, una 49enne di Castellabate ed una 30enne della Lettonia, già arrestata nel giugno del 2003 a Villa San Giovanni (Reggio Calabria) assieme ad un catanese, anch’egli finito stamani in manette, perché trovati in possesso di oltre mezzo chilogrammo di cocaina.

    fonte:TvOggi


    Articoli PrecedentiGiungano, suicida a 25 anni
    Articolo SuccessivoSalerno. Sesso di gruppo a 15 anni e filmato con il telefonino.
    Dottore in Ingegneria Informatica è l'ideatore ed il creatore del Blog Matinella.it nel 2007...

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here