Albanella. Mirarchi–Josca denunciano, la Magistratura indaga sul Sindaco e l’ass.re LL.PP.

    395
    7

    Il Sindaco di Albanella - Giuseppe Capezzuto

    E’ di qualche ora la notizia apparsa su un quotidiano territoriale della provincia di Salerno (la Città) del recapito di un avviso di garanzia al Sindaco di Albanella, Dr Giuseppe Capezzuto e all’Ass.re ai LL.PP. Giovanni Mazza su una vicenda che risale ad oltre un anno fà.

    La denuncia partita dai banchi dei consiglieri di minoranza del civico consenso, contesta l’autenticazione di firme di agricoltori che avevano sottoscritto la candidatura di Giovanni Mazza al consorzio di bonifica di Paestum.

    La cosa bella è che la candidatura non venne poi accettata per un vizio di forma.

    Assessore LL.PP. di Albanella - Giovanni Mazza

    La redazione ha raggiunto il primo cittadino di Albanella al quale ha posto delle domande per chiedere delle delucidazioni sulla vicenda.

    Sindaco, ci può spiegare quanto scritto dal quotidiano La Città?

    «La vicenda risale ad oltre un anno fà, quando l’ultimo giorno utile per presentare la candidatura dell’ass.re Mazza come candidato al consorzio di bonifica di Paestum, andammo da alcuni agricoltori per far sottoscrivere la candidatura che, tra l’altro, non andò a buon fine perché, per un vizio di forma, non venne accettata. »

    Ma quindi dove sarebbe l’illecito contestato?

    «Bhè, è difficile trovarlo, ma non conosco i termini della denuncia presentata dal Consigliere di minoranza  Mirarchi. Intanto voglio sottolineare che ho piena fiducia nella giustizia ed inoltre, vi dico che sia l’Ass.re Mazza che il sottoscritto al momento non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione di chiusura di indagini in corso da parte della Magistratura.»

    Ma è la prima denuncia che riceve?

    Il consigliere Josca ed il consigliere Mirarchi

    «In verità da giugno 2009 sono decine le denunce che i Consiglieri di minoranza Mirarchi e Josca periodicamente inviano alla Procura della Repubblica e/o alla Procura Generale della Corte dei Conti.»

    Cosa pensa di fare?

    «Intanto non mi resta che aspettare la comunicazione dell’ eventuale chiusura di indagini in corso, se dovesse arrivare valuteremo con il legale i capi di accusa, al momento ancora sconosciuti. Per il resto, andiamo avanti per la nostra strada con il preciso obiettivo di realizzare il programma elettorale presentato ai cittadini.»

    Quindi la notizie che è uscita, è leggermente gonfiata?

    «Direi che a me e all’ass.re Mazza, che dovremmo essere gli indagati, è completamente sconosciuta! Forse anche per questo l’articolo che hai citato non è firmato….»

    Pensa di intraprendere azioni legali contro il giornale?

    «Vedremo! Quando si riveste una carica pubblica bisogna aspettarsi di tutto; il bene e soprattutto il male. Mi consulterò con il mio legale di fiducia per verificare se ci sono gli estremi.»

    .

    La redazione è a completa disposizione delle persone citate, qualora volessero far pervenire propri pareri, segnalazioni o rettifiche.

    .


    Articoli PrecedentiAlbanella. Acquistato il terreno per la realizzazione del parco giochi a Matinella
    Articolo SuccessivoStrada Statale 18, ancora un gravissimo incidente

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here