Sesso al chiaro di luna in pieno centro: l’amplesso interrotto dai carabinieri

    74
    0

    BELLUNO – Se la godevano senza inibizioni, spalmati su un muro di un palazzo di via Cipro a Belluno. Non si sa di preciso quale edificio sia stato fonte di tanta ispirazione sessuale, sta di fatto che la loro concentrazione era tale da non accorgersi non solo di chi passava, ma nemmeno dell’arrivo di una pattuglia dei carabinieri, di servizio in zona. I militari li hanno colti con le mani, si fa per dire, nel sacco e qualche bicchiere in più in corpo. La flagranza c’era tutta per staccare un bel verbalone, di quelli destinati a fare curriculum nella vita sessuale di maschi “che non devono chiedere mai”.

    Le “Nove settimane e mezzo” di due giovani di Santa Giustina, lei 20 anni e lui 28, è finita così con una denuncia per atti osceni in luogo pubblico. Ora, il peggio, sarà comparire in tribunale, ma vista l’audacia temiamo che non sarà di gran imbarazzo presentarsi davanti ai giudici. Tutt’al più basterà patteggiare, rito che metterà a disposizione una camera, di consiglio ovviamente!

    L’amplesso open air si è svolto domenica sera, poco dopo la mezzanotte lungo una via piuttosto frequentata visti i locali che si trovano in zona. Sulla vicenda, diventata ormai gossip cittadino visto che in molti hanno potuto prendere visione della travolgente performance in verticale, generosamente offerta al pubblico, i carabinieri di Belluno mantengono il più stretto riserbo, confermando solo, a domanda, che il caso c’è stato. E nella Belluno dove tutto è sempre soporifero, ecco spuntare due “benefattori” in grado di fornire del buon materiale sui cui spettegolare.

    Resta da capire cosa abbia mosso i due piccioncini. Probabile sia stato solo un istinto bestiale. Perché non sempre, se ti viene un certo languorino, basta una Fiesta.

    fonte:ilmattino


    Articoli PrecedentiRifiuti, Cirielli: “No a riapertura Macchia Soprana”
    Articolo SuccessivoVideo choc dal Brasile, coltello in un occhio dopo la rissa/ Il video

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here