Regione Campania scioglie il Consiglio del Consorzio: l’ente sarà commissariato

    174
    3

    La Regione Campania ha deciso dopo l’ispezione degli ultimi mesi e la bocciatura del Bilancio operata dai tecnici regionali, il Consiglio di deputazione del Consorzio di Bonifica Sinistra Sele di Paestum va sciolto per “gravi irregolarità amministrative”.

    Alla base del drastico provvedimento, il risultato di un’indagine su presunte illegittimità relative ad aumenti di spesa, appalti e al Bilancio di previsione, per due volte respinto dalla Regione. Nei prossimi giorni, lo scioglimento del attuale Consiglio consortile sarà formalmente ufficializzata all’ente pestano attraverso apposito decreto, con il quale sarà nominato un commissario.

    Vincenzo Fraiese - Presidente del Consorzio di Bonifica di Capaccio Paestum

    Dura la reazione del Presidente in carica, Vincenzo Fraese il quale sostiene che tale operazione sia una manovra politica per destabilizzare ed allienare la scrupolosa gestione che stava conducendo dal giorno dell’insediamento. Probabilmente – aggiunge Fraiese – l’attività che stavo portando avanti con scrupolosità e trasparenza, rivolta a sanare la situazione debitoria ereditata stimabile in circa 10 milioni di euro, a qualcuno dava fastidio.

    Abbiamo ereditato un debito consolidato negli anni, con l’Enel, per la fornitura di energia elettrica di almeno otto milioni di euro, che nemmeno la stessa Regione Campania nel 2009, con il commissariamento dell’ente, è riuscito a risolvere. Ritengo, dunque, che le contestazioni mosse nei nostri confronti siano pretestuose e prive di fondamento”.

    fonte:stiletv


    Articoli PrecedentiFesteggiamenti a Sant’Anna, musica e spettacolo con i Rotumbè
    Articolo SuccessivoBuccino. Uccide moglie e figlio di 11 anni e poi si consegna a un vicino.

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here