Matinella. Festa di San Gennaro, fuori dalla chiesa al Santo cade la mano!

    0

    E’ successo per davvero! Il 19 settembre scorso, giorno di San Gennaro, durante i festeggimanti religiosi, al Santissimo, mentre era in procinto di uscire dalla Chiesa omonima ed iniziare la processione per le vie del paese, all’improvviso è venuta giù la sua mano destra.

    Un silenzio tombale ed un successivo bisbiglio è seguito alla perdita della mano del Santo!


    Cosa avrà mai voluto dire?

    Forse un buon presagio visto che la mattina all’interno della cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta in Napoli, il sangue contenuto nelle ampolline prelevate dal Tesoro di San Gennaro si è liquefatto.

    E pensare, che proprio la mattina del 19 un nubifragio si è abbattuto su Matinella, tanto è vero che il Parroco Don Carlo Ciocca, comunicando con i fedeli in un, gruppo di WhatsApp  aveva pubblicato una foto del Santo con su una scritta (in dialetto napoletano) che citava :”San Gennà, mièttece ‘a mana tojia!” auspicando tempo clemente  per i festeggiamenti della sera (metaforicamente inteso anche come tempi migliori per tutti). Detto, fatto!

    La pioggia la sera non c’è stata per sacrificio della mano (in legno già risistemata) di San Gennaro…

    I festeggiamenti sono iniziati con la processione religiosa lungo le strade del paese a cui hanno partecipato le autorità locali (sindaco Josca, comandande dei Carabinieri, comandante della Polizia Municipale, Protezione Civile, Assessori e politici locali e dei paesi limitrofi) ed una folta folla di fedeli.

    Sono seguiti i fuochi pirotecnici ed un intrattenimento culinario (zeppole fritte gratis per tutti) e musicale.

    Views: 3