Capaccio. Assegnata la Borsa di Studio “In ricordo di Gisella Cerruti”

    301
    0
    Si è concluso quest’oggi la fase finale l’assegnazione della Borsa di studio intitolate “In ricordo di Gisella Cerruti“. Questa mattina, alle 10:00, quindi, si è concluso il bando per l’assegnazione della Borsa di studio intitolata  alla giovane Gisella Cerruti prematuramente scomparsa in un incidente automobilistico il 14 novembre 2019.
    La Borsa di Studio è stata destinata alla classe IV sezione B, ora V sezione B, del Liceo IIS ” GB Piranesi ” Capaccio Paestum (SA), classe che  frequentava anche Gisella Cerruti e per causa Covid19 ed il lock-down conseguente, il bando non si era ancora concluso benchè rinviato.
    10 gli alunni che hanno partecipato della classe di Giselle i quali hanno scritto un testo narrativo sull’argomento “Tempo” che così intensamente è stato vissuto da Gisella conquistando coloro che l’hanno conosciuta con il suo sorriso e la sua coinvolgente vitalità.
    Inoltre in occasione della premiazione, nel giardino antistante l’edificio scolastico è stato piantato un Ulivo alla presenza della classe , di parenti e professori, con la benedizione del parroco ed è stata posta una pietra lavorata con su inciso il nome Gisella.
    La vincitrice del concorso è stata la studentessa Valentina Vitolo che ha ricevuto in dono la borsa di studio dal valore di 500,00€ dalla famiglia di Giselle.
    Ecco il testo della giovane Valentina Vitolo:
    Molte persone si interrogano su cosa sia il tempo e riescono a trovare delle risposte.
    Io non so definirlo bene lo posso immaginare come la dimensione nel quale si misura il trascorrere
    degli eventi che segnano la mia vita. Infatti la vita di ognuno di noi e scandita cronologicamente,
    riusciamo ad organizzarci a pianificare il nostro futuro e ad accantonare il nostro passato, i nostri
    ricordi le nostre esperienze che serviranno per le nostre avventure successive e per non rifare gli errori commessi
    `Il tuo tempo è limitato, quindi non sprecarlo vivendo la vita di un altro… Vivi la tua vita. Tutto il resto è secondario.
    Questa è la mia concezione di tempo, penso che non bisogna concentrarsi sulle banalità della vita
    ma su ciò che realmente conta non sprecando nemmeno un minuto del nostro tempo e
    condividendo le nostre gioie con le persone a noi care. E’ ciò che faceva Gisy, riempiva le sue
    giornate, voleva organizzare sempre qualcosa, trascorreva tutto il tempo che poteva con i suoi amici
    e non si faceva condizionare dalle opinioni altrui.
    Il tempo può essere psicologico poichè in alcuni momenti sembra non passare mai, ad esempio
    quando ci annoiamo o quando non siamo interessati in quello che stiamo facendo, mentre quando ci
    stiamo divertendo o siamo spensierati e felici in vacanza sembra volare. Ogni persona ha un proprio
    orologio interno, Che sembra accelerare o rallentare in modo diverso rispetto a quello delle altre
    persone. Siamo soggettivamente consapevoli dello scorrere del tempo perso l’ordine degli eventi ha
    una sua oggettività che ci fa capire che il tempo è qualcosa che va al di la delle nostre sensazioni.
    Spesso si desidera tornare indietro nel tempo, restare sempre giovani e diventare immortali ma tutto
    questo non può essere fatto poichè il tempo non può essere fermato. Esso continuerà a scorrere e
    non ricapiteranno molte delle occasioni che avevamo avuto davanti e che abbiamo perso. Non
    conviene quindi aspettare tempo e chi crede di non averne si sbaglia, perchè se si vuole veramente
    qualcosa si riesce sempre a trovare tempo. Tutte quelle persone che non riescono nemmeno a
    Scriverti un messaggio o a Passare anche pochi minuti con te perchè dicono di essere occupati in
    realtà non ti vogliono bene come pensi. Infatti la cosa più preziosa da ricevere da chi si ama e il tempo.
    Con il passare degli anni maturano diverse consapevolezze, Si rivedono i progetti e cambiano il
    proprio carattere ed i modi di fare rispetto alle esperienze vissute. Il tempo può portare con se tante
    belle avventure ma anche molte delusioni e perdite di persone a cui tieni molto, come è successo a
    me tre mesi fa quando ha portato via una delle persone più importanti degli ultimi ami.
    Da quando Gisy non c’è più mi sento cambiata, rifletto su cose che prima ignoravo e mi pongo
    altrettante domande.
    Con questa dolorosa vicenda ho capito che bisogna dare più attenzione alle persone care,
    preoccupandoci di meno dei nostri interessi e utilizzando il nostro tempo libero per chi ha bisogno
    del nostro appoggio. Ho imparato a non rimandare le cose’ proprio come faceva Gisella, perchè non
    sappiamo cosa ci riserva il futuro e non potremmo più avere l’occasione di realizzare ciò che ci
    eravamo prefissati.
    Grazie a lei ho compreso cosa significa divertirsi lasciarsi tutto alle spalle e vivere ogni momento
    con il sorriso: insomma ho capito l’adolescenza, il periodo più bello della nostra vita, fatto di
    momenti felici e spensierati che non ci ricapiteranno perchè quando saremo grandi avremo molte
    più responsabilità sulle nostre spalle e rimpiangeremo questi tempi.
    La penso ogni giorno e ripercorro i tantissimi momenti passati insieme perchè non riesco ancora a
    realizzare tutto quello che e successo, non riesco a capire come il tempo abbia concluso questo
    meraviglioso viaggio, la vita. Nonostante ciò è come se stesse sempre accanto a me, a gioire delle
    belle occasioni e a darmi forza in quelle difficili  come ha sempre fatto.
    Non smetterò mai di pensarla perchè il tempo ha portato via la sua persona, ma non il suo ricordo.

    Articoli PrecedentiMatinella. Imprenditrice casearia arrestata per tentata estorsione insieme ad un complice
    Articolo SuccessivoAltavilla Silentina. Regione finanzia acquisto autovettura Polizia Locale