Via il colesterolo con i legumi!

    41
    0

    legumiBasta un pugno di fagioli al giorno per aiutare il cuore a mantenersi in forma e abbassare significativamente il livello di colesterolo “cattivo” nel sangue. Lo stesso vale per altri legumi come piselli, fave, ceci, lenticchie e soia: sono alimenti ricchi di nutrienti importanti, ma nello stesso tempo hanno un lato potere saziante. Due recenti studi scientifici confermano gli effetti benefici dei legumi nel controllo della colesterolemia e nella riduzione del rischio cardiovascolare.Nel primo studio, pubblicato sul British Journal of Nutrition, sono stati valutati, per alcune qualità di fagioli e per altri legumi come ceci, piselli, arachidi e la soia la biodisponibilità dei minerali in essi contenuti, l’indice glicemico e gli effetti sui lipidi circolanti in pazienti con valori di colesterolo moderatamente superiori alla norma.  Il maggiore contenuto in ferro è stato riscontrato nella soia e in alcune varietà di fagioli, le arachidi sono risultate tra le principali fonti di zinco, ancora i fagioli bianchi, la soia, i piselli e i ceci rappresentano valide fonti di calcio. Tutti i prodotti esaminati hanno un basso indice glicemico (compreso tra 6 e 13). Invece, per quanto riguarda l’effetto contro il colesterolo, si è confermato più marcato per le arachidi, in grado di ridurre la colesterolemia totale del 7%, e per i fagioli bianchi che hanno ridotto i livelli di colesterolo sia totale che LDL, il cosiddetto colesterolo “cattivo”, rispettivamente del 6% e del 9%.L’effetto ipocolesterolemizzante dei legumi trova conferma nelle conclusioni di un altro articolo, pubblicato su Nutrition Metabolism and Cardiovascular Diseases, per il quale sono stati esaminati i dati ottenuti da 10 studi clinici, realizzati su un totale di 270 pazienti. Dal confronto e dall’analisi dei risultati è emerso che il consumo giornaliero di 80-140g di piselli, lenticchie, fagioli o fave, per almeno 3 settimane, comporta una riduzione media del colesterolo totale di 11,8 mg/dl e del colesterolo LDL di 8 mg/dl. Questa osservazione conferma l’importanza del consumo di legumi, nell’ambito di un’alimentazione varia ed equilibrata, per la prevenzione dei fattori di rischio cardiovascolare.


    Articoli PrecedentiSpeciale offerte di lavoro
    Articolo SuccessivoEcco l'iPad di Apple!

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here