Il Soul

    110
    0
    Ray Charles agli inizi della sua carriera
    Ray Charles agli inizi della sua carriera

    Il Soul è la “musica dell’anima” (“soul” in inglese significa appunto “anima”), una musica generalmente “calda”, con un sound variabile tra cadenze morbide, melodiose e cadenze più ritmate, forti, movimentate, a seconda delle diverse contaminazioni stilistiche che il Soul subirà in seguito alla diffusione su tutto il variegato territorio americano (dal blues al funk, passando per il pop e il rock).

    Otis Redding
    Otis Redding

    Di derivazione dal grande genere del Rhythm & Blues, il soul si afferma negli anni ’60 come musica tipicamente afro-americana che miscela le sonorità tipiche dell’R&B classico, il blues e il gospel, con lo stile più commerciale della musica pop e rock (con l’uso, per la prima volta, di strumentazione elettronica).

     


    Da sinistra, alcuni dei più grandi soul singer di sempre: Aretha Franklin, il duo Sam & Dave, Gloria Gaynor
    Da sinistra, alcuni tra i più grandi soul singer di sempre: Aretha Franklin, il duo Sam & Dave, Gloria Gaynor

     

    Earth, Wind & Fire
    Earth, Wind & Fire

    Gli indimenticati esponenti di questo genere furono autentici mostri sacri della musica di tutti i tempi: da Otis Redding (“The dock of the Bay”) a Percy Sledge (“When a man loves a woman”), da Sam&Dave (“Soul Man”) ad Aretha Franklin, da James Brown a Ray Charles, da Donny Hathaway a Jerry Butler (“Cooling out”) dagli Odyssey (“Native New Yorker”) alle grandi Supremes di Diana Ross, dagli Impressions di Curtis Mayfield ai The Isley Brothers (ancora oggi attivissimi)!

    James_Brown_and_Flames
    James Brown

    La diffusione del genere in tutta l’America comporterà la nascita di diversi stili di soul music, generatisi dalla contaminazione del soul di stampo classico (meno elettronico) con le tradizioni culturali-musicali tipiche dei luoghi di espansione del movimento: da un inizio orientato su stili più blues e melodiosi (Redding, Sledge, Franklin, Charles), il soul mano a mano comincia a reinventarsi per motivi commerciali con sonorità pop e rock (Billy Ocean, The Trammps, la Thelma Houston della famosa hit “Don’t leave me this way”), fino alla svolta funk di alcuni suoi illustrissimi esponenti (James Brown, Curtis Mayfield, Stevie Wonder, Earth Wind & Fire, Kool & The Gang) e, più tardi, alla svolta dance della “disco anni ’70” (come la Gloria Gaynor del capolavoro “Never can say goodbye” ancora oggi ballato in molte discoteche! O la Donna Summer di “Hot Stuff” e “This time I know it’s for real”).

    fffffffffffffffffffffffffff

    Sade, una delle pochissime soul singer di successo degli anni '80. Sade Adu (all’anagrafe Helen Folasade Adu), dopo 10 anni di silenzio, torna sulle scene musicali con l'album Soldier of Love, in uscita a Febbraio
    Sade, una delle pochissime soul singer di successo degli anni '80. Sade Adu (all’anagrafe Helen Folasade Adu), dopo 10 anni di silenzio, è tornata sulle scene musicali con l'album Soldier of Love, uscito a Febbraio 2010

    Nonostante le contaminazioni, la soul music dei “big” sopravvivrà poco alla  concorrenza negli anni ’80-‘90 del rock&roll dei grandi gruppi internazionali, della electronic music che si affacciava all’orizzonte e della musica pop a cui si abbandoneranno molti “soul singer” (su tutti Lionel Richie, Michael Jackson degli ex Jackson Five, Tina Turner del vecchio duo Ike & Tina Turner). Solo pochi artisti soul continueranno a cavalcare la cresta dell’onda: su tutti, l’immenso Stevie Wonder. Altri invece inizieranno una splendida carriera proprio in questo periodo, come la cantante britannica (di origine nigeriana) Sade. Si ricomincerà a parlare di soul music sul finire degli anni ’90, con la ripresa commerciale del R&B, rivisitato sulla vincente miscela Blues–Soul–Pop–Hip Hop: è l’epoca di Seal, R.Kelly, Mariah Carey (artisti R&B/soul), che aprono la strada alle star R&B/hip hop degli anni 2000 Christina Aguilera, Beyoncé, Rihanna, Ne-Yo

     

    Angie Stone. Nasce come cantante Gospel
    Angie Stone. Nasce come cantante Gospel

    Tuttavia sulla scia della grandissima Lauryn Hill (ex vocalist dei disciolti ed indimenticabili Fugees) e del tastierista-cantautore D’Angelo si svilupperà una nuova corrente propriamente soul con maggiori influenze blues e jazz (e hip hop in alcuni di loro): Macy Gray, Angie Stone, Mary J. Blige, Alicia Keys, Joss Stone, John Legend, Ricky Fanté, sono i maggiori esponenti di questa categoria. È l’epoca della rinascita del soul, è l’epoca del neo soul.

    lllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllll

    La bellissima Lauryn Hill
    La bellissima Lauryn Hill
    Tre icone del R&B soul moderno. Da sinistra: Mary J. Blige, Seal, Macy Gray
    Tre icone del R&B Soul moderno. Da sinistra: Mary J. Blige, Seal, Macy Gray

    jsgdflsdfaghsdafgshdd

    ASCOLTA UNA SELEZIONE DI BRANI SOUL

    Ray Charles feat. Dee Dee Bridgewater – Precious Things

    Seal – Love’s Divine

    Marvin Gaye – What’s going on

    Gloria Gaynor – Can’t Take My Eyes Off of You

    Donna Summer – Any way at all

    Sade – Smooth Operator

    Sade – Your love is king

    Earth, Wind & Fire – September

    Stevie Wonder – Isn’t she lovely

    Mary J. Blige – No more drama

    Macy Gray – I Try

    Jackson Five – Can you feel it

    The Isley Brothers – Harvest for the world

    Joss Stone – You had me

    Amy Winehouse – Love is a losing game

    sdfsdfasdfdsaf

    asdfsdaf

    APPROFONDIMENTI

    Blues –      Rhythm & Blues –      Neo Soul


    sdhfsfdahjsd


    Articoli PrecedentiAudi A1: l'anteprima in video
    Articolo SuccessivoAmerican Music Awards