Albanella. Consiglio Comunale,la minoranza dice NO alla diminuzione della TARSU

    81
    0

    di Gerardo Picilli.

    AlbanellaAlbanella. Da poco concluso il Consiglio Comunale ad Albanella e subito suscita polemiche il NO dei consiglieri di minoranza Pasquale Mirarchi e Adriano Cammarano (as
    sente Renato Josca) alla diminuzione della TARSU del 20% per i commercianti di Albanella. Scorziello Domenico, anche lui consigliere di minoranza, ha votato a favore. Minoranza spaccata? «Votiamo no – dice Adriano Cammarano – per errori vecchi dell’amministrazione Capezzuto e per una disparità di beneficiari» questo il sunto delle motivazioni della scelta di non appoggiare l’iniziativa della maggioranza. Nonostante le motivazioni chiare dell’Ass.re al bilancio Fabio Lanza, i consiglieri non ne hanno voluto sapere, rinvangando “errori della precedente amministrazione”: una motivazione alquanto labile. Nonostante tutto, la maggioranza ha fatto in modo che la mozione passasse.

    All’ordine del giorno c’erano le interrogazioni formulate dal consigliere di minoranza Pasquale Mirarchi, interrogazioni alle quali il Sindaco ha ribattuto punto per punto fornendo motivazioni giuridiche e amministrative: ma in ogni caso il consigliere interrogante non si è ritenuto soddisfatto. Il punto su cui ha maggiormente “battuto” il consigliere Mirarchi è stato il fantomatico “abuso edilizio” che il signor Capezzuto Vincenzo (padre del sindaco Giuseppe) avrebbe commesso. Tutto ciò, ad onor del vero,  come precisava il sindaco Capezzuto, sebbene il padre del primo cittadino avesse contestualmente donato gratuitamente al comune di Albanella circa 350mq di terreno “per migliorare la viabilità del tratto di strada interessato”. Inoltre, ha aggiunto il Sindaco, il cittadino, nonostante la donazione, “ha provveduto a proprie spese” al rifacimento della cunetta della banchina stradale.

    Insomma, a conti fatti la stranezza sarebbe quella di un cittadino che dona del terreno per commettere poi un abuso!?

    Alla fine, il Sindaco, allo scopo di fornire una risposta più esauriente ai dubbi avanzati dalle interrogazioni  del consigliere Mirarchi e “per chiarire a tutti i cittadini albanellesi la regolarità degli atti amministrativi” che hanno riguardato nel passato e nel presente “beni e proprietà degli amministratori”, ha fatto mettere ai voti la proposta di avviare, tramite i competenti uffici comunali, un controllo approfondito su tutte le proprietà dei consiglieri comunali (di maggioranza e minorana) “al fine di individuare (qualora ce ne fossero) abusi dal punto di vista urbanistico” e garantire la massima trasparenza politica ed amministrativa. Dopo un momento di titubanza, la proposta è passata all’unaminità.

    Durante la seduta, il Sindaco, ha annunciato alla cittadinanza presente ed al consiglio comunale, l’ennesimo successo ottenuto dall’amministrazione. Piovono dalla Regione Campania (fondi FAS) contributi per circa 2.000.000 euro da destinare al ” Potenziamento delle strutture e delle via d’accesso all’Oasi del WWF di Bosco Cammerine “. E’ record di finanziamenti ottenuti dal Comune in un sol colpo (il precedente era di 1mil700mila euro per la riqualificazione del centro storico di Albanella attualmente in corso)


    Articoli PrecedentiDov'è finita la società costruttiva?
    Articolo SuccessivoLa frutta secca controlla il colesterolo

    Invia una risposta