Giungano, bimba schiacciata da balle di fieno

    102
    0

    tragedia giunganoHa trovato la morte mentre giocava, spensierata, sul prato davanti casa, travolta e schiacciata da due enormi balle di fieno sotto gli occhi della madre e dei nonni. La tragedia è avvenuta ieri mattina, verso le ore 11:00, nel comune cilentano di Giungano, in contrada San Giuseppe. Le condizioni della piccola, di appena 3 anni, sono apparse subito critiche: a nulla è valsa la corsa disperata dei familiari in ambulanza all’ospedale civile di Agropoli, dov’è giunta in fin di vita ed i medici non hanno potuto fare nulla, purtroppo, per salvarla.

    Allertati dai parenti, sul posto sono sopraggiunti immediatamente anche i carabinieri della Compagnia di Agropoli, coordinati dal capitano Raffaele Annichiarico. Ancora da chiarire le cause e la dinamica del tragico incidente: secondo le prime ricostruzioni, nell’area antistante l’azienda agricola (nelle foto) di proprietà del padre della bambina, erano in corso operazioni di scarico di numerose balle di fieno, attraverso l’uso di un escavatore mobile, da un rimorchio appositamente parcheggiato nel piazzale antistante l’annessa casa colonica dove la famiglia risiede.

    Durante tali operazioni, due delle gigantesche balle ammassate l’una sull’altra sul rimorchio si sarebbero staccate accidentalmente, finendo col travolgere e schiacciare la piccola, sfuggita alla vista dei genitori ed intenta a giocare nei pressi del mezzo, ignara del pericolo.

    I militari dell’Arma mantengono stretto il riserbo su chi stesse manovrando l’escavatore: secondo i primi frammentari riscontri, sembrerebbe che, al momento di quello che assume chiaramente i connotati di un triste e fatale incidente, fossero presenti nel podere la madre, uno zio, i nonni ed alcuni operai. Una tragedia che ha sconvolto la tranquillità di Giungano, piccolo paesino collinare del Cilento: sgomenta l’intera comunità, stretta attorno al lutto che ha colpito la famiglia della giovanissima vittima, molto conosciuta soprattutto per l’attività della masseria.

    Il sindaco, Francesco Palumbo, si è tempestivamente recato al nosocomio di Agropoli per esprimere il proprio cordoglio ai familiari. Il rimorchio e il carrello sono stati posti sotto sequestro dalle autorità inquirenti.

    fonte e foto:stiletv


    Articoli PrecedentiFrutta e cereali integrali: la prevenzione a tavola contro il cancro al colon
    Articolo SuccessivoAlbanella. Eletti Miss e Mister Estate 2010

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here