11 settembre, nove anni dalla strage terroristica

    66
    0

    L’11 settembre è il 254º giorno del calendario gregoriano (il 255º negli anni bisestili). Mancano 111 giorni alla fine dell’anno. Ma noi tutti ricordiamo questa data per un evento preciso. Il presidente degli Stati Uniti, Obama, ha parlato alla vigilia del nono anniversario dell’attentato alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001. “Catturare o uccidere Osama Bin Laden e Ayman Al Zawahiri resta una delle priorità assolute per gli Stati Uniti”, è stato il cuore del suo messaggio. Eliminare Bin Laden sarebbe “un importante passo avanti per la sicurezza americana”.

    Nel corso della conferenza stampa il presidente americano ha toccato il tema delle religioni: “Siamo una nazione unita, composta da persone che danno a Dio nomi diversi. Ma nessuno riuscirà a farci del male con divisioni basate su differenze religiose o etniche: “Siamo una nazione unita, composta da persone che danno a Dio nomi diversi. Ma nessuno riuscirà a farci del male con divisioni basate su differenze religiose o etniche”.

    La commemorazione

    Come ogni anno il popolo americano si fermerà per commemorare le quasi 3000 vittime degli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001. Cerimonie ufficiali sono in programma a New York, Wasghington e in Pennsylvania, i tre luoghi colpiti dagli attentati. Il presidente Barack Obama sarà al Pentagono, mentre il suo vice, Joe Biden, parteciperà alla commemorazione a Ground Zero. Un’inedita coppia, formata da Michelle Obama e dalla ex first lady Laura Bush andrà a Shanksville, dove nove anni fa, al termine di una lotta in volo tra i passeggeri e i dirottatori un aereo si è schiantato.

     La guerra contro i terroristi

    “Siamo in guerra con i terroristi di Al Qaeda, non con l’Islam. Chi ci combatte è una parte infinitesimale del mondo musulmano”. Sono state queste le parole di Barack Obama in una conferenza stampa fiume alla vigilia dell’anniversario. “L’anniversario dell’11 settembre – ha detto il presidente degli Usa – sarà un’ottima occasione per ricordare il rispetto fra tutte le religioni che caratterizza la nostra nazione”. E ha aggiunto: “Siamo una nazione unita, composta da persone che danno a Dio nomi diversi. Ma nessuno riuscirà a farci del male con divisioni basate su differenze religiose o etniche”.

    fonte:blogtecnico.com


    Articoli PrecedentiPoco sale, più salute
    Articolo SuccessivoTIR sbanda e travolge auto della polizia. Video

    Invia una risposta