La castagna: Il frutto autunnale per eccellenza!

    53
    0

     Quando per le strade si avverte quel profumo inconfondibile, improvvisamente sembra arrivato l’inverno con la sua voglia di tepore, di casa e perchè no: di un bel cartoccio di caldarroste.Le castagne sono infatti uno dei frutti più tipicamente invernali che, fortunatamente, nessun avvenieristico esperimento genetico è riuscito a trasformare in “primizia” da gustare tutto l’anno.Percepite soltanto come un cibo che appesantisce, sono invece ricche di proprietà.La castagna viene comunemente chiamata “frutto”.

    Tuttavia dal punto di vista calorico la castagna non può assolutamente paragonarsi a mele, pere, ecc, bensì, piuttosto, a pane, pasta e cereali.Ad esempio, 100 gr di castagne fresche pulite valgono circa 153 calorie (quelle lessate, scendono a 120), contengono 33 gr di carboidrati, 3,2 gr di proteine e 1,8 gr di lipidi.Le caldarroste, avendo in parte perso una quota di acqua, valgono invece 193 calorie, quelle secche addirittura 287 calorie. Buona comunque la presenza di fibre, utile per lo smaltimento intestinale.

    Premettiamo che le castagne non contengono glutine e sono quindi consumabili da tutte le persone interessate dal morbo celiaco. La castagna è molto digeribile ed è consigliata in casi di anemia e inappetenza; grazie all’abbondante  presenza di fibre sono molto utili per la funzionalità dell’intestino.

    In virtù della presenza dell’acido folico la castagna è anche consigliata in casi di gravidanza in quanto quest’ultimo è in grado di prevenire l’insorgere di alcune malformazioni a livello fetale. Essendo ricche di minerali le castagne sono particolarmente indicate per chi soffre di stanchezza cronica, per chi deve riprendere le forze dopo l’influenza e per bambini ed anziani; il potassio è utile per rinforzare i muscoli, il fosforo collabora alla costituzione del tessuto nervoso, lo zolfo è antisettico  e disinfettante, il sodio è utile alla digestione, il magnesio agisce sulla rigenerazione dei nervi.

    In estate ci sono le ciliegie che “una tira l’altra”. In inverno il merito di questa fama spetta sicuramente alla castagna. Peccato però che se 100 gr di ciliegie valgono solo 40 calorie, un etto del frutto invernale, in versione caldarroste, vale sino a quasi 5 volte di più!


    Articoli PrecedentiCavolfiore: l’ortaggio dalle tante proprietà
    Articolo SuccessivoAgropoli. Arriva l’SMS anti-filone

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here