Tumore: cannabis alza rischio cancro, abbassa difese immunitarie

    38
    0

     

    Vietata dalla legge, sempre di moda tra giovani e meno giovani trasgressivi: la cannabis è la droga leggera più famosa e diffusa, che rischia di compromettere, secondo gli esperti, gravemente la salute dell’organismo. Infatti, le ultime evidenze scientifiche collegherebbero il consumo di questa sostanza anche a un incremento del rischio di insorgenza di tumore.
    Qualche boccata di “fumo” di cannabis e il pericolo oncologico lievita? Sembra proprio di sì, o quasi, almeno stando ai risultati dello studio statunitense pubblicato sulle pagine della rivista scientifica European Journal of Immunology.
     
    I fumatori abituali di marijuana sarebbero maggiormente esposti all’insorgenza di particolari tipi di infezioni e tumori. La colpa? Soprattutto dell’effetto della cannabis sul sistema immunitario: la sostanza stupefacente, infatti, sarebbe colpevole, di indebolire pesantemente l’efficienza delle difese immunitarie, rendendo l’organismo più vulnerabile rispetto agli attacchi e alle aggressioni di agenti patogeni, infezioni e malattie.
     
    I ricercatori dell’Università del South Carolina hanno concentrato la sperimentazione sulle sostanze cannabinoidi, ipotizzando che la chiave di questo effetto immunosoppressore sia in un meccanismo legato a cellule immunitarie, cellule soppressorie di derivazione mieloide (MDSC).
     
    “Le MDSC potrebbero essere stimolate da un’anormale produzione di alcuni fattori di crescita delle cellule tumorali o da altre sostanze chimiche, come i cannabinoidi,
    che portano ad una soppressione della risposta del sistema immunitario” ha sottolineato uno degli autori della ricerca.

    fonte: tantasalute.it


    Articoli PrecedentiDenti: belli e sani grazie al mirtillo
    Articolo SuccessivoAlba Calcio 5, 5 schiaffi al CLUB 2B C5 EBOLI!

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here