Albanella. Sindaco ed Assessori in visita al canile di Crotone. Entro fine anno, apriremo il canile a Bosco!

    0

    E’ in corso la visita di cortesia di alcuni componenti dell’amministrazione comunale di Albanella capeggiata dal sindaco Josca, presso il canile di Cirò Marina a Crotone, dove ad oggi sono custoditi 32 cani accalappiati nel nostro comune.

    Una visita che ha lasciato soddisfatti tutti i componenti della delegazione, gli ass.ri Vairo e Zunno, il vicesindaco Mirarchi ed il sindaco Josca per lo stato di salute degli animali.

    «All’ingresso della struttura, c’è stato un forte abbaiare dei cani, guardandoli, mi è venuto naturale interpretare il loro abbaiare come una richiesta di aiuto, come se avessero urlato “scegli me, scegli me – così il sindaco, raggiunto telefonicamente, ha descritto l’ingresso nel canile – la struttura di Cirò ospita centinaia di cani provenienti da diversi comuni

    Infatti, la normativa vigente, impone ai comuni sprovvisti di canile, di affidare il servizio esternamente ed in alcuni casi, però, purtroppo, queste strutture che dovrebbero ospitare si trasformano in veri e propri lager, come documentato anche da diverse trasmissioni televisive nazionali.

    In questo caso, però, a quanto comunicato dal sindaco Josca, i cani albanellesi, nella struttura calabrese, sono stati trovati in buona salute.

    «Abbiamno trovato i nostri cani in ottima salute – ha dichiarato il sindaco Josca – siamo soddisfatti di come vengono curati. L’unica cosa che ha lasciato scettico me, ma anche la delegazione, è relativa agli spazi di cui i nostri animali possono disporre, infatti in un piccolo box di circa 12mq convivono 5-6 cani, uno status eccessivamente poco benefico alla salute degli stessi

    Cani che molto probabilmente, come ha affermerà poi il sindaco, saranno ospitati presso il canile (rifugio) sanitario realizzato diversi anni fa, ma mai entrato in funzione, a bosco Camerine, nei pressi dell’Oasi WWF.

    «Siamo certi che nei prossimi mesi riusciremo a “sburocratizzare” l’apertura del canile, rifugio, di Albanella cosicchè i nostri cani possano essere curati direttamente da persone e volontari del posto ma soprattutto possano essere adottati! – afferma con fierezza il sindaco.

    Abbiamo in mente di realizzare anche dei percorsi didattici che possano interessare l’attività di pet terapy congiuntamente alle visite naturalistiche presso l’oasi.

    In questo modo, il comune si avvia verso un risparmio delle risorse, oggi impegnante per la custodia presso Cirò Marina (circa 30.000€/anno) e perchè no, anche verso la realizzazione di un piccolo indotto economico con le attività che possono realizzarsi con protagonisti i migliori amici dell’uomo – conclude il sindaco.»

    Hits: 54


    Articoli PrecedentiCapaccio. Pensionato albanellese derubato in spiaggia
    Articolo SuccessivoCapaccio. Ancora un attentato al Centro Motor Paolino