Home Attualità Bellizzi. Morto Franco Leo dopo aver corso la Maratona di New York…

Bellizzi. Morto Franco Leo dopo aver corso la Maratona di New York…

120
0

Aveva un sogno, correre la maratona di New York, lo ha realizzato, E così di fatto è stato, i due fratelli Fabio e Dario Leo proprio lo scorso 6 novembre erano riusciti insieme a gioire e portare a compimento l’impresa, completando la corsa in poco più di quattro ore e quindici minuti.

Franco si è spento ieri sera (16 novembre per chi legge) a pochi giorni dal rientro a casa. La storia dei due fratelli di Bellizzi aveva avuto una risonanza mediatica mondiale.  Grazie a una carrozzina su misura, in carbonio, realizzata da un artigiano di Reggio Emilia, Franco aveva potuto coronare il suo sogno. Insieme a Dario, è stato anche ricevuto dal console generale italiano a New York.

«Non trovo parole per descrivere il vuoto che lasci in ognuno di noi, – scrive il fratello Dario sul suo profilo –  ma, mi permetto, il vuoto in me è immenso perché in questi ultimi due anni siamo stati più uniti che mai: tu la mente,io le tue gambe. I nostri allenamenti, i piccoli viaggi per poter partecipare alle varie maratone, le risate ,le interviste, le fotografie…»

Dario aveva spinto la carrozzina, completando i 42 chilometri in 4 ore, 15 minuti e 31 secondi.

«Fratello mio, te ne sei andato felice di aver trascorso dei giorni meravigliosi. Hai lasciato in tutti noi la voglia di non arrendersi mai… Sarai sempre con me, mi guiderai e mi darai la forza di portare avanti il “sognoattivo” di tanti altri ragazzi che hanno preso ispirazione dalla tua testa dura.  Ti voglio bene Franco. Fai buon viaggio, abbraccia Fabio per tutti noicontinua a leggere dalla fonte

Fonte:TVoggiSalerno.it


Articoli PrecedentiBaronissi. Giovane ricercatore tra le eccellenze mondiali per la ricerca contro il cancro
Articolo SuccessivoMeteo. Nuova allerta meteo per i prossimi giorni della settimana…
Il presente articolo è tratto da internet e non è proprietà intellettuale del Blog Matinella.it per cui non si rivendica alcun diritto.