Home Attualità Albanella. Bollino d’oro alla 28^Festa dell’olio di Albanella…

Albanella. Bollino d’oro alla 28^Festa dell’olio di Albanella…

0

🟡 BOLLINO ORO: 28ª FESTA DELL’OLIO D’OLIVA
📆 Data visita: Venerdì 1 Dicembre 2023
✒️ L’undicesimo bollino oro che rilasciamo è per l’evento “28ª Festa dell’Olio d’Oliva” di Albanella (SA)

🎬 Per i video andare al seguente link:
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=730002982497615&id=100064637596194


🖋 L’Olio d’oliva protagonista nell’evento in suo onore, nella 28ª Festa dell’Olio d’oliva, svoltasi ad Albanella (SA), dal 1 al 3 dicembre 2023. La promozione del prodotto di punta del comune cilentano attraverso un percorso enogastronomico a 23 stazioni, immerso nel Borgo tra musica itinerante, music point, mostre pittoriche e cantine.

🆙️ UN NOTEVOLE BALZO DI QUALITÀ
No, chiariamoci subito, la 27ª Edizione è stata lo stesso molto buona, ma molto più curata nella parte gastronomica. Questa edizione invece ha mostrato un gran balzo di qualità nell’intrattenimento, con il Forum Dei Giovani Di Albanella a dare quella spinta in più ad un evento che ha visto l’importante presenza dei music point, per far emergere i cantanti locali che stazionavano in tali punti e di cui potete gustarvi un assaggio di bravura nei video che trovate ad inizio articolo. Dalla musica italiana, al rock, passando per Pino Daniele e il liscio, fino alla musica folkloristica, si è visto un vasto repertorio distribuito in modo omogeneo per il borgo.

📨 UN IMPORTANTE MESSAGGIO
Ma oltre a questo, la serata ha visto la presenza di focolari sparsi lungo il borgo, una mostra pittorica di Scarpelli nella Chiesa di San Matteo, con quadri di grande qualità, che rappresentavano i luoghi del Cilento oltre ad Albanella stessa, nel quale difficilmente si distingueva ad una fugace occhiata, la differenza tra una foto e un dipinto. Mentre in piazza San Matteo, denominata Piazza “La sera dei Miracoli” vi era un banco che trattava un’importante tematica odierna, relativa alla violenza sulle donne. La panchina da colorare di rosso attraverso un’offerta simbolica, per essere omaggiati di un angioletto portachiavi con la particolarità del biglietto, ognuno dei quali recavano il nominativo di una donna vittima di femminicidio.

🎶 IL TRIBUTO
Una delle particolarità dell’evento è indubbiamente Via Marconi, che l’anno scorso omaggiava Pino Daniele, mentre quest’anno ha reso omaggio a Lucio Dalla. Infatti, tale via era allestita con frasi del cantante bolognese e sulla facciata di un palazzo usato come maxi-schermo, andava in onda uno dei suoi concerti. Le note rieccheggiavano lungo tutto il borgo grazie alla filodiffusione e tale tributo non si fermava qui. Come detto, infatti, le stazioni gastronomiche erano 23, ognuna delle quali recava il nome di una sua canzone.

🫒 10/23
Ma ora andiamo alla parte enogastronomica, quella in cui solitamente facciamo la figura dei maiali, ed essendo solamente in due, riusciamo a coprire solo 10 delle 23 stazioni. E dopo aver convertito i nostri euri con la moneta locale, ovvero “l’olivella”, decidiamo di partire con due primi e quindi dallo spaghetto aglio e olio, arricchito dal tarallo sbriciolato e pomodori secchi, per poi passare ai paccheri di grani duri con baccalà e olive, entrambi fatti fuori senza remora alcuna. Andiamo sempre sul due, stavolta con i fritti, quindi calzone Fritto con scarola e olive insieme al viccio Fritto pomodoro e formaggio, e il Fritto si sente veramente poco, risultando “leggero” e risaltando i sapori degli ingredienti.
Passiamo, scendendo il borgo, alla “Ammiscàta”, una zuppa povera fatta da lenticchie, Fagioli, piselli, fave e Ceci (tutti decorticati), farro, grano tenero, orzo perlato, soia verde, tre tipologie di fagioli tutti immersi nell’olio d’oliva insaporita ulteriormente da aglio, cipolla, carota, sedano e passata di pomodoro. Ma dopo di essa non siamo ancora sazi, quindi con il Viccio Fritto che va a sostituire nella terminologia la Montanarina e non potendo usufruire del caciocavallo impiccato, troviamo l’ultimo elemento del terzetto simpatia: il cuzztiello. Con le polpette in sugo. E lo mangiamo in compagnia delle patate sfricinate con peperoni. La pasta e l’olio ci son piaciuti talmente tanto, che decidiamo di acquistare la giusta quantità per anticiparci i regali di Natale. Ci rimangono pochi gettoni e li vogliamo puntare tutti sul dolce, ma sinceramente la sfrionzola a 4 olivelle (4 euro), io non l’ho vista a nessun evento e quindi approfittiamo allegramente. La sfrionzola toglie spazio al dolce, ma ne riusciamo comunque a prendere 3, ovviamente la zeppola con nutella non scappa, mentre scartiamo i babbà che hanno una gran bella faccia per prendere un tortino castagne e cioccolato e la crostatina all’olio d’oliva e frutta.
E così, per evitare di rotolare, lasciamo il tempo al nostro stomaco di digerire ascoltando un po’ di musica popolare al calore del focolare di “Piazza Grande” per poi abbandonare definitivamente l’evento alle loro restanti giornate.

LE 5 VOCI PRESENTI NELLA DATA VISIONATA⤵️

🏘 BORGO: posta tra le colline e circodata dagli ulivi che la rendono un’eccellenza nella produzione dell’olio d’oliva, Albanella vede i suoi natali circa nel IX secolo d.C. e presenta numerose strutture religiose tra le quali la Cappella della Congrega del SS Rosario con il suo affascinante pannello maiolicato del 1810 e la Chiesa di San Matteo.

🎭 L’INTRATTENIMENTO: music point con artisti locali, artisti musicali itineranti, concerto live, vicolo dedicato a Lucio Dalla con allestimenti più concerto proiettato su palazzo con filodiffusione lungo il borgo e locande recanti nomi delle sue canzoni

🍽 LA GASTRONOMIA. Siamo riusciti a degustare parzialmente le proposte degli stand tra cui:

spaghetto aglio, olio, pomodori secchi e tarallo sbriciolato – paccheri di grano duro con baccalà e olive – calzone fritto con scarola e olive – viccio fritto pomodoro e formaggio – ammiscata (zuppa povera con lenticchie, fagioli, piselli, fave, ceci, farro, grano tenero, soia verde, orzo perlato e tre tipologie di fagioli) – cuzztiello con polpette al sugo – patate sfricinate con peperoni – sfrionzola – zeppola (graffa) con nutella – tortino alle castagne e cioccolato – crostatina all’olio d’oliva e frutta

– percorso enogastronomico
– file scorrevoli
– prezzi nella media

🖌 ARTE E CULTURA: mostra pittorica Scarpelli, banco informativo relativo alla tematica della violenza sulla donna con panchina da colorare.

📚 ORGANIZZAZIONE: parcheggio su strada e aree adibite, pagina facebook curata con risposta entro le 48 ore, moneta locale (olivella)

➡️ Contatti: ATS U’ Vitt’ Forum Dei Giovani Di Albanella

fonte: sagre e feste nei borghi

Views: 112