Altavilla. Incornato da una bufala,grave indiano

    62
    0

    bufaleAltavilla Silentina. Incornato da una bufala. Colpito all’addome, mentre assisteva ad un parto. Incidente sul lavoro, in una stalla di Altavilla Silentina. É in prognosi riservata, un allevatore indiano impiegato presso un’azienda bufalina della piana del Sele. Singh Armid, 35 anni, è ricoverato all’ospedale di Eboli, nel reparto di chirurgia. É vivo per miracolo, grazie a un intervento disperato effettuato dai medici dell’ospedale di Eboli. A coordinare l’operazione, c’erano i medici Giuseppe Scoti e Vito Mastrangelo, coadiuvati dal paramedico Vito Sparano.

    L’incidente è avvenuto venerdì scorso, ad Altavilla Silentina. Singh stava aiutando una bufala a partorire. Un’operazione di routine, per lui. Uomo di fiducia nell’azienda altavillese, il lavoratore indiano si è preparato per l’intervento con cura meticolosa. Qualcosa, però, è andata storto. La bufala ha reagito all’improvviso, caricando l’allevatore 35enne. Con la testa lo ha colpito all’addome, perforandolo con ferite in profondità. Non è chiaro il motivo che ha innervosito la bufala. Singh è finito a terra, con la maglia macchiata di sangue, rischiando di essere schiacciato dalle zampe dell’animale indemoniato. Un dolore lancinante non gli ha dato tregua.

    La paura di ferite interne lo ha tenuto sulle spine a lungo. Soccorso da alcuni colleghi di lavoro, l’indiano è stato trasferito in un auto. La corsa in ospedale è durata 15 minuti. L’asfalto stradale ha aggravato il dolore per lo sfortunato allevatore. Giunti al pronto soccorso, paziente e accompagnatori sono stati dirottati in sala operatoria. All’arrivo dell’equipe medica, l’intervento chirurgico è iniziato con la massima rapidità. I medici hanno lottato per oltre un’ora. Il colpo inferto dalla bufala non ha raggiunto gli organi interni dell’allevatore indiano.

    Medicato e ricucito, il 35enne è stato ricoverato nel reparto di chirurgia. I medici scioglieranno la prognosi nelle prossime ore. Incidenti nelle stalle, non sono una novità nella Piana del Sele. Singh è stato anche fortunato, rispetto ad altri colleghi. La ferita all’addome lascerà un segno indelebile. Ma l’indiano è riuscito a salvarsi.

    fonte:ilmattino


    Articoli PrecedentiGran successo per le festività di Sant'Anna
    Articolo SuccessivoMatinella. Aspettando la 12° Festa delle Bontà di Bufala

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here