Maltempo. Si va verso stato di emergenza per Sele

    47
    0

    Il Consiglio dei Ministri dichiarerà lo stato di emergenza per i territori del salernitano devastati dai nubifragi degli ultimi giorni.

    Lo ha garantito il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, nel corso del vertice con i sindaci dei comuni colpiti, tenutosi all’aeroporto di Pontecagnano.

    Saranno, dunque, predisposti immediati interventi per riparare l’acquedotto del Sele, che ha causato l’interruzione dell’erogazione idrica in molte zone.

    L’intervento consisterà nella realizzazione di un “bypass”, che dovrebbe consentire di superare il punto dell’acquedotto che ha ceduto e fare in modo che, entro Natale, le 500mila persone possano riavere l’acqua potabile. Nel frattempo, ovviamente, l’erogazione sarà garantita attraverso le autobotti.

    Con la dichiarazione dello stato di emergenza, sarà possibile quantificare l’entità degli stanziamenti necessari per l’intervento sull’acquedotto; i lavori dovrebbero iniziare entro una settimana. Bertolaso ha anche garantito che alla Provincia ed alla Regione spetteranno interventi per il riparo dei danni subiti dal settore agricolo.

    “Ringrazio la Protezione civile nazionale e il capo del Dipartimento, Guido Bertolaso, per il grande senso delle istituzioni e l’ulteriore dimostrazione di sensibilità verso la Campania: nonostante gli impegni già programmati è voluto venire a vedere di persona i grandi problemi generati dalla rottura della condotta del basso Sele.

    La Protezione civile regionale è pronta ad assumersi la responsabilità e ad intervenire con i suoi tecnici, ma per risolvere in tempi brevi la grandissima emergenza idrica che coinvolge quasi 500mila cittadini, sono necessari poteri commissariali e l’intervento economico del Governo. La Protezione civile nazionale condivide questa impostazione”.

    Così l’assessore alla Protezione civile della Regione, Edoardo Cosenza, al termine dell’incontro con Guido Bertolaso a Pontecagnano, ha commentato la notizia, riferita dallo stesso Capo della Protezione civile, che all’ordine del giorno del Consiglio dei Ministri di martedì prossimo c’è la dichiarazione dello stato di emergenza per il bacino del Sele.

    “Nei prossimi mesi – ha detto ancora l’assessore Cosenza – sarà necessario individuare un nuovo modello gestionale per risolvere le problematiche relative al patrimonio infrastrutturale idrico che necessita di un profondo intervento in tutta la rete per evitare che possano sopraggiungere ulteriori improvvisi problemi in altre parti”.

    fonte:salernoinprima


    Articoli PrecedentiSoia: piccolo legume, grande soddisfazione!
    Articolo SuccessivoMatinella, p.zza Sant’Anna, vandali in azione

    Invia una risposta