Albanella. Omicio Tomasino-Lamberti, ergastolo per Marsico e 30 anni per Halimi

    0
    Armando Tomasini e Maria Francesca Lamberti

    Si sono espressi con questa sentenza i giudici della Corte d’Assise ieri durante la sentenza che vedeva imputati per duplice omicidio premeditato Mario Cosimo Marsico, 46anni di Capaccio ed Halimi Radouane, 25enne residente ad Albanella.

    Il fattaccio risale al gennaio 2012 quando furono rinvenuti cadaveri i corpi di Armando Tomasino e Maria Francesca Lamberti in località fravita all’interno dell’abitazione dove dimoravano. Le indagini condotte dai Carabinieri di Agropoli coadiuvati dagli uomoni della caserma di Capaccio e Matinella, oltre alla presenza del RIS, portarono in breve tempo all’identificazione dei due ipotetici colpevoli. Da subito il marocchino, difeso dall’avv. Gerardo Cembalo di Altavilla Silentina, avrebbe confessato di essersi trovato sul luogo del crimine ma solo in funzione di “palo” mentre il Marsico infieriva i 37 fendenti sul corpo di Tomasino e decine sul corpo della Lamberti.

    Marsico ed Halimi

    Entrambi a processo, quindi, per omicidio premeditato aggravato dai futili motivi e dalla ferocia con cui si sia consumato il duplice omicidio.Una brutalità di esecuzione testimoniato anche dalla grande presenza di macchie ematice e ciò dimostra come le due vittime abbiamo tentato invano di difendersi (fendenti rinvenuti dal medico legale anche sulle braccia e sulle mani) dalla ferocia del loro assassino.

    Il movente di tale afferato duplice omicidio, alla base sarebbe una partita di rame non retribuita dal Tomasino al Marsico, da qui la decisione in un circolo di Albanella di farla pagare in malo modo al rigattiere albanellese. I legali dei due imputati hanno già dichiarato che ricorreranno in appello.

    .

    Hits: 18


    Articoli PrecedentiMatinella. Successo per la giornata “Passeggiando in bicicletta” targata Ho un Sogno. VIDEO
    Articolo SuccessivoCapaccio. Rubano gasolio dai Tir di un’azienda di Albanella

    Invia una risposta