“Aggiungi un posto a tavola”: un aiuto ai bisognosi dalle sagre Albanellesi

    24
    6
    Solidarietà dalle sagre paesane

    Il Comune sceglie il titolo di una nota ed indimenticata commedia musicale di Garinei e Giovannini per promuovere un’iniziativa di solidarietà per persone e famiglie meno abbienti.

    Approvato questa mattina il progetto solidale “Aggiungi un posto a tavola”, un’iniziativa dell’assessorato alla Solidarietà e alle Politiche Sociali di Albanella.

    L’iniziativa solidale, promossa dall’assessorato presieduto da Carmelo Suozzo, punta a sensibilizzare tutte le associazioni, i comitati e i sodalizi, organizzatori delle manifestazioni gastronomiche a corredo dell’Estate Albanellese 2012, a voler devolvere dei pasti gratuiti ai cittadini bisognosi che sono attualmente in carico ai Servizi Sociali del Comune di Albanella.

    L'assessore Carmelo Suozzo

    «Nell’attuale contesto – ha dichiarato l’assessore Suozzo promotore dell’iniziativa – è forte la necessità di non dimenticare che per molte persone è spesso a rischio anche il pasto quotidiano. Ad Albanella abbiamo la fortuna di avere numerose associazioni non profit che organizzano manifestazioni gastronomiche con migliaia di presenze nel periodo estivo. Il mio è un appello affinché ai loro tavoli possano prendere posto anche i nostri concittadini meno fortunati. In queste situazioni società civile ed amministrazione pubblica devono collaborare il più possibile per alleviare le sofferenze e cercare di venire incontro alle difficoltà dei più deboli».

    "Servizi sociali con risorse ormai nulle" è l'allarme di Capezzuto

    La situazione di molte famiglie Albanellesi, infatti, non è delle migliori (un eufemismo), dovendo oggi fare i conti con le difficoltà della grave crisi economica che sta attanagliando l’Italia intera e che colpisce più che mai un territorio, come il meridione, che sconta un’atavica difficoltà occupazionale e finanziaria, ormai giunta a limiti allarmanti, come lascia intendere anche il Sindaco di Albanella Giuseppe Capezzuto: «La situazione di grave crisi economica che stiamo vivendo invita tutti noi a riflettere con ancor più attenzione sulle difficoltà che tante famiglie stanno affrontando. Per giunta le strutture di assistenza sociale, comunali e sovracomunali, dispongono di risorse sempre più ristrette, anzi ormai nulle, trovandosi così nell’impossibilità di intervenire anche in situazioni di grave emergenza». I continui tagli statali alle casse delle strutture di assistenza sociale impediscono dunque di aiutare anche le famiglie con le più drammatiche situazioni alle spalle, ormai.
    Il Comune e l’assessorato alle Politiche Sociali fa dunque appello alla sensibilità e al dovere di solidarietà delle associazioni locali, impegnate freneticamente in questi giorni nelle varie sagre paesane organizzate sul territorio comunale. Un dovere di solidarietà a cui, siamo più che certi, nessuna delle associazioni si sottrarrà, conoscendo la magnanimità dei soggetti organizzatori di queste manifestazioni, che da sempre hanno accompagnato alla leggerezza e all’allegria propria delle feste gastronomiche Albanellesi, benemerite iniziative benefiche e di solidarietà a favore della comunità.

    I risultati e un bilancio del progetto “Aggiungi un posto a tavola” saranno poi ufficializzati nel prossimo mese di Settembre, in incontro pubblico che sarà organizzato a cura dell’assessorato alla Solidarietà e alle Politiche Sociali.

    Articoli PrecedentiAlbanellesi nel Mondo. Il 5 agosto le onorificenze
    Articolo SuccessivoALBANELLA DIFFERENZIA, INCIVILI LA RIEMPIONO DI DISCARICHE

    Invia una risposta

    Please enter your comment!
    Please enter your name here